Casarin: «Orsato ha sbagliato tanto, fischiare poco è un difetto. Ed è stato salvato dal Var»

L’ex arbitro valuta la prestazione di Orsato durante Inter-Juventus: «Il Var l’ha corretto più volte, in mezzo al campo ha scelto una continuità di comodo».

Casarin: «Orsato ha sbagliato tanto, fischiare poco è un difetto. Ed è stato salvato dal Var»

Il commento sul Corsera

Paolo Casarin boccia fragorosamente Orsato sulle colonne del Corriere della Sera. L’ex arbitro spiega come Inter-Juventus sia stata condizionata da «molti errori, in area e nel resto del campo. Orsato ha pensato che la sua presenza avrebbe garantito la giusta applicazione delle regole, come accaduto in passato. Per fortuna la Var gli ha controllato il primo gol juventino e annullato il secondo per fuorigioco solare. Non bastasse l’arbitro Var ha preteso la rivisitazione del fallo di Vecino per il quale il giallo era una valutazione distratta e parziale».

Sul fallo di Pjanic, Casarin è ancora più diretto e severo: «Libero da correttori tecnologici in mezzo al campo, Orsato ha dimenticato di osservare scrupolosamente la sorgente delle idee e del gioco. Ha lasciato perdere falli chiari a favore di una continuità di comodo che nessuna regola pretende. Fischiare poco è un difetto: infatti è stato calpestato il diritto al gioco di Rafinha e premiato l’insistente Pjanic. Una partita così giustamente battagliata ha sentito 22 sibili di Orsato e visto 7 gialli (2 per proteste) e un rosso. Numeri testimoni del disagio tecnico diffuso e del ricorso esagerato al giudizio di involontarietà nei contatti fisici tra i calciatori. Discrezionalità e involontarietà debbono essere sostituite con giudizi misurati».

 

ilnapolista © riproduzione riservata