Di Biagio: «Serve il coraggio di lanciare i giovani. Ho chiesto a Buffon altre 2-3 partite in Nazionale»

La conferenza stampa di Gigi Di Biagio, attualmente alla guida dell’Italia: «Sono convinto che il ricambio ci sia, seguo Balotelli ma le porte sono aperte per tutti».

Di Biagio: «Serve il coraggio di lanciare i giovani. Ho chiesto a Buffon altre 2-3 partite in Nazionale»

La conferenza stampa

Luigi Di Biagio, commissario tecnico della Nazionale Italiana (ad interim, o comunque fino alla nomina di un nuovo tecnico), ha parlato in conferenza stampa alla vigilia dello stage di Coverciano. Al centro delle sue dichiarazioni, il futuro a breve termine di Casa Italia: «Ho la voglia di dimostrare qualcosa di buono. Oggi sono l’allenatore della Nazionale e deve fare qualcosa di buono per la squadra e i ragazzi. Ho parlato con alcuni dei senatori. Volevo volevo capire se avessero effettivamente la voglia di chiudere con la Nazionale. A Buffon ho proposto di fare altre 2-3 partite e decidere perché un giocatore come lui non dovrebbe chiudere con una partita come quella contro la Svezia. Barzagli, invece, ha confermato di voler lasciare».

Di Biagio e gli altri calciatori attenzionati per le prossime convocazioni (amichevoli contro Inghilterra e Argentina): «Nei miei incarichi in Federazione ho convocato circa 150 giocatori. So qual è il mio ruolo, sono realista ma ambizioso. Oggi non è importante l’allenatore della Nazionale ma il rilancio del nostro calcio. Bisogna avere il coraggio di puntare sui giovani, sono convinto che il ricambio ci sia. Manca l’ultimo step. Riusciremo a farlo? Tutto girerà attorno a questo interrogativo. I nostri ragazzi devono calcare i palcoscenici più importanti. Seguo Balotelli, le porte sono aperte per tutti. Ma non posso assicurare che ci sarà. Le seconde squadre potrebbero essere una soluzione per il futuro del nostro calcio. Ma bisognerebbe pensare a come colmare il gap con le giovanili che comunque resterebbe presente. La nostra porta è già in una botte di ferro per i prossimi 20 anni. Dopo un fenomeno come Buffon ci saranno Donnarumma, Meret, Perin, Scuffet e molti altri».

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Il calcio deve ripartire ma Buffon ancora due partite… Bah.

Comments are closed.