Roma-Sassuolo 1-1: il Var toglie (giustamente) due gol ai giallorossi

Perfetti interventi della moviola in campo a Roma: un gol di Dzeko e uno di Florenzi vengono giustamente cancellati per altrettanti offside.

Roma-Sassuolo 1-1: il Var toglie (giustamente)  due gol ai giallorossi

Secondo tempo scoppiettante

Sabato di passione all’Olimpico di Roma. Nell’unica partita che poteva “interessare” il Napoli in questo turno pomeridiano, arriva un risultato positivo. Il Sassuolo frena la corsa della squadra di Di Francesco, il risultato finale di 1-1 (firmato dall’ex Pellegrini e da Missiroli) porta i giallorossi a -9 dalla vetta. Potenzialmente, il distacco potrebbe scendere a sei punti.

La prima frazione si conclude con i giallorossi in vantaggio, grazie a Pellegrini, abile a sfruttare un assist di Dzeko. Nel secondo tempo, però, scoppiano i petardi di fine anno. Quando siamo ancora sul risultato di 1-0, il centravanti bosniaco trova il gol del raddoppio ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Primo intervento del Var, pienamente legittimo: il bosniaco è effettivamente oltre la linea difensiva del Sassuolo al momento dell’ultimo passaggio.

Poco dopo, il pareggio di Missiroli: scatto di Peluso sulla sinistra, cross al centro e testa dell’ex centrocampista della Reggina. Alisson viene ingannato anche da una deviazione di Juan Jesus, che si fa anticipare dall’avversario diretto e poi mette anche fuori causa il suo portiere.

Pochi secondi, l’altro caso da moviola. Anzi, da Var. Apertura sulla destra per Florenzi, in posizione regolare. L’esterno giallorosso supera Consigli con un lob, ma intanto Under ha bloccato la linea di corsa di Peluso. L’arbitro, inizialmente, non ravvisa scorrettezze ma poi viene allertato dai colleghi alla moviola. Che lo avvertono del fuorigioco di Under, il turco partecipa all’azione in maniera diretta, inizialmente è in offside e quindi il gol della Roma non è valido. Giusto, perfetto. Un altro esempio di funzionamento esemplare del Var, esattamente come nel caso del primo gol. Lo strumento tecnologico ha cambiato in meglio le cose, non ci sono dubbi.

ilnapolista © riproduzione riservata