Calcio&Finanza, un’anteprima del bilancio del Napoli: fatturato a 307 milioni di euro

Il sito specializzato incrocia dati certi e altri riferiti alla scorsa stagione per dare una lettura preventiva dell’esercizio 2016/2017.

Calcio&Finanza, un’anteprima del bilancio del Napoli: fatturato a 307 milioni di euro

Una simulazione

Calcio&Finanza, esattamente come abbiamo fatto noi, lo specifica già nel titolo: questi dati non sono ufficiali, si tratta di una previsione. Realistica, ma pur sempre una previsione. Sta per chiudersi l’esercizio finanziario del Napoli, e i dati in possesso del sito specializzato permettono una prima analisi della situazione economica. Di com’è andata la stagione, tra ricavi di mercato (plusvalenze) e Champions League.

Spariamo subito la prima cifra: fatturato a 307 milioni di euro. L’ultimo esercizio si era chiuso a 155 milioni di euro. Un aumento vicinissimo al 100%. 

Incassi da matchday

Le partite in casa sono fruttate al Napoli 22,55 milioni (15,35 milioni nello scorso esercizio). L’aumento esponenziale sarebbe dovuto alla Champions League, che in quattro partite ha portato a incassare 8,16 milioni, oltre la metà dei quali legati alla partita contro il Real Madrid, (4,48 milioni di euro).

L’importo restante arriva dalle 19 partite di campionato e Coppa Italia: 13,89 milioni, comprensivi anche dei circa seimila abbonamenti venduti, per i 19 incontri di Serie A; circa 490mila euro per le tre sfide di Coppa Italia. Partite in cui, ricordiamo, l’incasso è diviso a metà con la squadra ospite.

Incassi commerciali e diritti tv

Per la simulazione, Calcio&Finanza decide di non spingersi oltre le cifre dello scorso anno – in riferimento a sponsorizzazioni e royalities. Ovvero 29,8 milioni. Nel dettaglio:  i ricavi da sponsorizzazioni dovrebbero aggirarsi attorno a 26 milioni; quelli da attività commerciali e royalties dovrebbero attestarsi vicino ai 3,8 milioni. Più altri 5 milioni di euro derivanti da altri introiti.

Per quanto riguarda i diritti televisivi, incide in maniera pesantissima la partecipazione alla Champions League: ai 75 milioni di incasso per i diritti interni, vanno aggiunti i 65 derivanti dalle 8 partite giocate nell’ultima edizione del trofeo continentale. Questi 65 si compongono dei 41 per il market pool, più 18,7 per i bonus di partecipazione (12,7 ai gironi e 6 agli ottavi di finale) e 5,5 per i risultati delle singole partite.

Plusvalenze

L’ultima voce, ma non in ordine di grandezza. L’operazione Higuain, come segnalato nel bilancio riferito all’ultimo esercizio, ha portato a una plusvalenza di 89,5 milioni, oltre a cessioni temporanee di calciatori per un importo pari a 0,3 milioni di euro. A queste cifre vanno aggiunte quelle delle operazioni successive: 13,25 milioni per Gabbiadini, per un totale di circa 103 milioni di euro. Nel 2016, la stessa voce si era “arrestata” a 12 milioni di euro.

 

ilnapolista © riproduzione riservata