Calcio&Finanza, un’anteprima del bilancio del Napoli: fatturato a 307 milioni di euro

Il sito specializzato incrocia dati certi e altri riferiti alla scorsa stagione per dare una lettura preventiva dell’esercizio 2016/2017.

Calcio&Finanza, un’anteprima del bilancio del Napoli: fatturato a 307 milioni di euro

Una simulazione

Calcio&Finanza, esattamente come abbiamo fatto noi, lo specifica già nel titolo: questi dati non sono ufficiali, si tratta di una previsione. Realistica, ma pur sempre una previsione. Sta per chiudersi l’esercizio finanziario del Napoli, e i dati in possesso del sito specializzato permettono una prima analisi della situazione economica. Di com’è andata la stagione, tra ricavi di mercato (plusvalenze) e Champions League.

Spariamo subito la prima cifra: fatturato a 307 milioni di euro. L’ultimo esercizio si era chiuso a 155 milioni di euro. Un aumento vicinissimo al 100%. 

Incassi da matchday

Le partite in casa sono fruttate al Napoli 22,55 milioni (15,35 milioni nello scorso esercizio). L’aumento esponenziale sarebbe dovuto alla Champions League, che in quattro partite ha portato a incassare 8,16 milioni, oltre la metà dei quali legati alla partita contro il Real Madrid, (4,48 milioni di euro).

L’importo restante arriva dalle 19 partite di campionato e Coppa Italia: 13,89 milioni, comprensivi anche dei circa seimila abbonamenti venduti, per i 19 incontri di Serie A; circa 490mila euro per le tre sfide di Coppa Italia. Partite in cui, ricordiamo, l’incasso è diviso a metà con la squadra ospite.

Incassi commerciali e diritti tv

Per la simulazione, Calcio&Finanza decide di non spingersi oltre le cifre dello scorso anno – in riferimento a sponsorizzazioni e royalities. Ovvero 29,8 milioni. Nel dettaglio:  i ricavi da sponsorizzazioni dovrebbero aggirarsi attorno a 26 milioni; quelli da attività commerciali e royalties dovrebbero attestarsi vicino ai 3,8 milioni. Più altri 5 milioni di euro derivanti da altri introiti.

Per quanto riguarda i diritti televisivi, incide in maniera pesantissima la partecipazione alla Champions League: ai 75 milioni di incasso per i diritti interni, vanno aggiunti i 65 derivanti dalle 8 partite giocate nell’ultima edizione del trofeo continentale. Questi 65 si compongono dei 41 per il market pool, più 18,7 per i bonus di partecipazione (12,7 ai gironi e 6 agli ottavi di finale) e 5,5 per i risultati delle singole partite.

Plusvalenze

L’ultima voce, ma non in ordine di grandezza. L’operazione Higuain, come segnalato nel bilancio riferito all’ultimo esercizio, ha portato a una plusvalenza di 89,5 milioni, oltre a cessioni temporanee di calciatori per un importo pari a 0,3 milioni di euro. A queste cifre vanno aggiunte quelle delle operazioni successive: 13,25 milioni per Gabbiadini, per un totale di circa 103 milioni di euro. Nel 2016, la stessa voce si era “arrestata” a 12 milioni di euro.

 

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Claudio Scotto 3 giugno 2017, 14:37

    I 13,89 milioni di incasso dei match day, ipotizzando un’affluenza media di 40.000, significano che in media un napoletano ha pagato € 18 a partita. C’e` da qualche parte una squadra europea di vertice che fa pagare cosi` poco ai suoi tifosi?

  2. Attimo Fuggente 3 giugno 2017, 9:48

    I soliti 4 miserabili sottopagati che si alternano in questo
    blog,tentano di screditarmi solo perchè faccio presente cose (documentate
    ,accessibili a tutti e spesso risapute) , che essi tentano in tutti i modo di
    tenere insabbiate.Sono ,a seconda delle questioni , portaborse del
    sindaco,fiancheggiatore di delinquenti che ambiscono a comprare il Napoli,giornalistucolo
    locale al quale la società ha negato accrediti,frustrato avido di vittorie e
    quant’altro. Ogni loro ridicolo insulto lo considero una medaglia al valore.

  3. Attimo Fuggente 3 giugno 2017, 9:22

    I soliti 4 miserabili sottopagati che si alternano in questo blog,tentano di screditarmi solo perchè faccio presente cose documentate ,accessibili a tutti e spesso risapute , che essi tentano in tutti i modo di tenere insabbiate.Sono ,a seconda delle questioni , portaborse del sindaco,fiancheggiatore di delinquenti che ambiscono a comprare il Napoli,frustrato avido di vittorie e quant’altro. Ogni loro ridicolo insulto lo considero una medaglia al valore.

  4. Chi se me frega mi sto riguardando i goal di mertens

  5. Franco Sisto 2 giugno 2017, 21:27

    Aeeeee e chi e sent mo’ “Pappooo caccia e sorde! ?

  6. Raffaele Sannino 2 giugno 2017, 18:47

    Come la giri e come la volti,ci sono sempre i critici con il ditino puntato,pronti ad insegnare gestione aziendale.Tra i tifosi del napoli calcio ci sono pletore di CFO e CEO di aziende quotate a Wall street,che ben saprebbero come portare stabilmente il fatturato della società sul mezzo miliardo. Ma l’incapace che guida la SSCN,non ne è capace (o forse non lo vuole fare).Per il momento è arrivato a 300 ,ma subito escono i se,i ma ,i forse.Come sarebbe bello se qualcuno di questi geni uscisse allo scoperto e ci dicesse di quanto è aumentato il valore della sua azienda negli ultimi 13 anni.Non dico del 1363% mi accontenterei di un 500%.

    • anche un bimbo di terza media sa che l’aumento di fatturato dalla vendita di un tizio per 95 milioni fa una mega plusvalenza che non è la stessa cosa dei ricavi fissi derivanti ad esempio da uno stadio di proprietà (per fare un esempio). Quest’anno non venderemo nessuno quindi se (grattandoci le palle) non dovessimo andare in Champions pensi che la crescita sia uguale a quella prospettica dell’anno precedente? ma come ragionate?

      • vicchiariell 2 giugno 2017, 19:29

        anche se togli i 90 e non 95, la crescita è confermata, come è ben chiaro che il punto debole sono proprio il tifo, che continua a rappresntare una minimissima voce delle entrate, il che conferma che il punto debole è proprio il tifo e i napoletani, che partecipando alla ignobile campagna diffamatoria dei soliti delinquenti, si prendono meriti che non hanno, e buttano fango sugli artefici di questi ottimi risultati d’impresa. Poi sarà pure un bimbo di terza media capisce di + Adl, ma al momento di vero e non le solite falsità ci sono solo i numeri, gli ingegneri e avvocati che hanno preceduto questa società hanno portato al fallimento e alla cancellazione, quell’incopetente che prese higuain tra lo scetticismo di tutti voi, sarri tra gli insulti e altri ha avuto sempre ragione, per tenere a bada la tifoseria c’è solo un modo cedere alla camorra la società vedere come la svaligiano e devastano portandola in serie Z e stai pur certo che non ci sarà un solo striscione di contestazione

      • Raffaele Sannino 3 giugno 2017, 0:40

        Se non ti sta bene ,la squadra dei tuoi sogni c’è già,dipende da quanto in grande vuoi sognare.Domani sera puoi scegliere di schierarti tra chi vince tanto in Italia o chi vince tanto nel mondo.E da dopo domani sarai un tifoso soddisfatto e vincente.PS evita di rispondermi,ti ho bloccato.

      • Quali sarebbero i ricavi fissi derivanti ad esempio da uno stadio di proprietà?

  7. Attimo Fuggente 2 giugno 2017, 18:39

    Il gruppo adl incassa con il Napoli e investe ,e/o risana i debiti,altrove.Siamo fermi al 2010,da tutti i punti di vista.Fin quando c’è lui saremo al massimo in seconda fascia (se tutto va bene).Non si possono escludere miracoli sporadici ,ma strutturalmente non cambierebbero nulla.Se qualcuno è contento di questa situazione(chissà fino a quando), mi fa piacere per lui,ma è pregato di rispettare chi ,ragionevolmente, non lo è. Altrimenti, oltre ad essere uno che asseconda questi programmi speculativi(del tutto legittimi ,sia chiaro) è anche maleducato e arrogante.

    • invece in questo blog non c’è rispetto per chi la pensa diversamente. Il lettore medio di questo sito è il classico tifosotto imborghesito che appena vede bilanci con un minimo di segno positivo si sente supporter di una squadra dal fatturato megagalattico e inizia a sognare sognare salvo poi alla minima difficoltà in campionato, crisi di risultati o vendita di qualche campione, stravolgere completamente le proprie opinioni. Non sono persone equilibrate che guardano in faccia alla realtà e si godono e tifano il napoli per quello che è senza andare a cercare paragoni o accostamenti improponibili.

      • Giacomo Molea 2 giugno 2017, 18:58

        ci dite x cortesia qualche presidente del passato che ha tenuto i bilanci in ordine senza farci fallire? ci dite qualche INDUSTRIALE abbiamo mai avuto dal 1926?

        • non si sta dicendo questo….però un conto è la riconoscenza verso un uomo e un conto è la legittimazione di una sua speculazione che fa leva sui fantasmi del passato e un certo tipo di chiacchiere che possono infiammare gli animi di qualcuno ma non di tutti. Ma i soldi sono loro, non miei e ci fanno quello che vogliono. quindi tant’è.

          • Giacomo Molea 2 giugno 2017, 19:06

            ADL nn e’ il max, e’ il miglior presidente che ci possiamo permettere in una realta’ difficile come Napoli. Io avrei il terrore se finisse in altre mani

          • io critico il suo modo di fare, di infinocchiare la gente, di proporre un certo tipo di realtà che in realtà non è tale….fare troppo sognare il tifoso a lungo andare stanca….abbiamo sempre seguito il napoli anche in C, abbiamo riempito lo stadio con 600000 persone anche lì…..basterebbe essere più lucidi in certe valutazioni. Ha fatto molto bene fino ad ora e non possiamo lamentarci rispetto ad altri presidenti…non ci farà fallire più però basta con le sparate in tv che possiamo competere con le big….in quel caso si facesse da parte, trovasse investitori, si prendesse la sua bella fetta di minoranza e amen. perchè le cose stanno che per fare il salto di qualità un certo modo di pensare e agire non va più bene. questo non significa non essergli riconoscente ma non può promettere di entrare tra le prime 10 in questo modo.

          • Giacomo Molea 2 giugno 2017, 19:23

            ma onestamente nn so quale tifoso e’ cosi ingenuo da pensare che entreremo nel top ten dei club europei, noi siamo e saremo sempre solo un club di fascia medio-alta pronta ad approfittare di una debacle di inter milan e oggi soprattutto juve. Tranne nell’era maradona…nn eravamo nemmeno un club di medio-alto livello…ma si lottava con l’udinese e atalanta x la salvezza e qualche quinto posto x il rotto della cuffia. NN mi sembra che oggi siamo a sti livelli (ripeto..escludo il periodo di maradona di proposito)

          • Attimo Fuggente 2 giugno 2017, 19:46

            Infatti. Per evitare polemiche ,sarebbe sufficiente che nessuno parlasse di crescita , che non si sprecassero elogi e che si vedesse la realtà,della quale uno può essere contento o meno ,e che ciascuno può considerare più o meno ineluttabile.

          • Brav, solo questo già mi basta

          • giancarlo percuoco 2 giugno 2017, 21:30

            io no. ma la domanda è, dove sono queste mani?

          • Franco Sisto 2 giugno 2017, 21:39

            SMS quale speculazione ?
            ADL i soldi delle plusvalenze li investe tutti, lo face con Cavani e lo ha fatto con Higuain, se poi voi fate i conti della serva , su quanto ha incassato e quanto ha speso, dimenticando ingaggi, e spese varie di gestione, allora perdiamo tempi a discutere.
            I fatti dicono che il Napoli negli ultimi 5 anni e la seconda società in Italia per risultati sportivi e pure titoli vinti, il resto sono chiacchiere che stanno a zero, quale crescita fermata conciate?

        • giancarlo percuoco 2 giugno 2017, 21:29

          Ascarelli.

      • Attimo Fuggente 2 giugno 2017, 19:13

        Gentile tifosone,”tifosotto” è un dispregiativo gratuito generico molto in voga presso chi non ha argomenti per discutere nel merito di ciò che viene detto.Si potrebbe ugualmente rivolgerlo a chi vuole illudersi di una inesistente crescita,categoria alla quale sembri appartienere,ma me ne guarderò,perchè la storia è l’anzianità di tifoso di ciascuno di noi,oltre a prescindere totalmente da questi discorsi ,è ignota agli altri e merita rispetto.Tornando al tema in questione,la società è cresciuta nei 5 anni precedenti e poi si è fermata nel 2010,per i motivi ai quali ho accennato sopra.Non è questione di fatturati più o meno alti,che siano 50 mil. o 500 ,ma dell’assenza di investimenti (e di programmazione degli stessi) e della destinazione dei ricavi.Non lo penso io ,ma lo sanno bene e lo scrivono i più autorevoli esperti in materia.

        • penso abbia frainteso le mie parole perchè la pensiamo allo stesso modo. Le auguro una buona serata.

          • Attimo Fuggente 2 giugno 2017, 19:27

            Ha ragione,stavo per scusarmi dell’incomprensione.Il termine comunque lo trovo irritante.Buona serata anche a lei e forza Napoli,città e squadra.

        • vicchiariell 2 giugno 2017, 21:30

          vorrei solo capire chi sono i gentiluomini che ti hanno ordinato di scrivere tutte queste falsità, il perchè lo so e immagino i dettagli purtroppo
          toglimi questa curiosità, è ovvio che rispondi a qualcuno, ti hanno sbugiardato tutti a questo punto perchè non calate le carte e palriamo, vediamo un pò il vostro programma, il business pla, se ci sono e quanti dei precedenti penali, secondo me con un buon programma di tipo neoborbinico, sulla napoletanità del club,

    • Gianfranco Staiano 2 giugno 2017, 20:13

      Lei ha le prove di quello che dice? Se le ha faccia una denuncia, altrimenti taccia.

    • giancarlo percuoco 2 giugno 2017, 21:27

      che io sappia però non si è manifestato nessuno per acquistarlo il Napoli da DeLaurentis.
      ne Cinese ne Arabo e neppure Americano.

      • Attimo Fuggente 2 giugno 2017, 23:19

        Se fosse in vendita,oggi correrebbero.Ma a lui non conviene(come spesso dichiara urbi et orbi).E non solo economicamente.Con 300 milioni ci paga i debiti di Cinecittàworld e poi diventa ufficialmente un fallito su tutti i fronti e dovrebbe smettere di atteggiarsi a grande, multiforme imprenditore.E i figli,non particolarmente brillanti, perderebbero i soldi del CDA

        • giancarlo percuoco 3 giugno 2017, 0:08

          io invece penso che tutto ha un prezzo. e come non si fecero avanti quando lo potevano comprare al tribunale, con poco, non si fanno avanti adesso che ci vogliono i soldi.

  8. i numeri che vengono tirati fuori possono essere letti come si vogliono. purtroppo se entriamo in champions o meno cambia completamente lo scenario. non abbiamo delle fondamenta solide da top club. colpa di nessuno ma le cose stanno così….poi se accontentiamo di fare plusvalenze ogni anno veder gonfiate le entrate e sentirci ricchi e in crescita è un altro discorso.

  9. È un anno straordinario sotto tutti gli aspetti………..ci sono le basi per fare qualcosa di veramente indimenticabile l anno prossimo.

  10. Domenico Sapio 2 giugno 2017, 18:14

    “” sponsorizzazioni e royalities 29,8 milioni.””

    Come aumentarli ? smettendo di comprare i…..”tarocchi” !

    • il ragazzino che deve spendere 80 euro per una maglia prodotta da una azienda che vende mutande e calzini in mezzo al mercato o un giocattolo di scarsissima qualità prodotto da qualche fabbrichetta locale magari anche con coloranti tossici a cifre astronomiche solo perchè c’è uno stemma stampato sopra mezzo sbiadito si compra il pezzotto. Se aumenti la qualità devi vedere se si comprano il pezzotto o meno. i ragazzi napoletani tengono iphone e tutto griffato vai a vedere che non si comprano la maglia originale del napoli.

      • Esatto, entri in uno store ufficiale e rimpiangi la qualità cinese, ma di cosa stiamo parlando? Mi raccomando, comprate pure le cravatte, i costumi, i gemelli, l’importante è la quantità di prodotti ridicoli in vendita, mica la qualità, tra poco troveremo anche il cesso azzurro in vendita.

  11. Massimiliano Pontrelli 2 giugno 2017, 17:56

    Quindi senza higuain e champions siamo a + o – 150 (fatturato strutturale). Se non si trova un modo di incrementarlo, è già tanto che siamo dove siamo. Non è pochissimo 14 m di stadio e 28 di sponsor+royalties? Quanto fanno le altre squadre in questi 2 settori? Possibile che con l’esposizione e i riconoscimenti che stiamo avendo, non si riesca ad aumentare sensibilmente queste due voci?

    • non si vuole semplicemente rischiare di intraprendere un certo cammino societario. Meglio galleggiare in una certa fascia e incassare dando magari colpa agli altri che non vogliono venire a investire oppure dando colpa al fatto che dodici anni fa eravamo falliti.

      • Giacomo Molea 2 giugno 2017, 19:03

        Esatto, nn vuole fare RISCHIO di impresa. E’ un reato? Mi dici quale presidente fa rischio di impresa? tu stai ancora fermo ai Cragnotti, Ferlaino, Berlusconi, Moratti. Questi tempi son passati e sta gente (tranne don corrado) erano pure 100 volte piu’ ricchi di ADL. Moratti Petroliere, Berlusconi Fininvest, ADL cinepanettaro.Ma finiscila, ci manca pure il rischio di impresa

        • ma infatti critico solo il fatto che non mostri la realtà per quella che è…..che ci sarebbe di male a dire: ragazzi le casse del napoli sono sane faremo il possibile per far crescere questa società ma questa situazione è il risultato di questo questo e questo e non è detto si possa ripetere….invece di andare sempre lì a paragonarsi a mostrarsi migliori degli altri in un modo molto arrogante, dire che ha salvato il Napoli dalla serie C ogni volta, a litigare con la stampa, salvo poi alle prime sconfitte dare la colpa del gap proprio alla differenza di fatturato. ma come? prima non crescevamo di più delle altre, eravamo ricchi e belli e poi me la butti sul fatturato?

          • Giacomo Molea 2 giugno 2017, 19:17

            e va be quello e’ il suo carattere, arrogante, ambizioso, il napoli e’ suo figlio e ogni scarrafon e’ bello a mamma sua (un bellissimo scarrafone direi oggi il napoli haha) e comunque x me adl e’ uno che vuole vincere, nn andra’ mai via senza uno scudetto, e dira’ a PETTO GONFIO e col suo modo arrogante io ho vinto senza passare dal banco di napoli come quel vecchio rincoglionito del mio predecessore. Maradona e company furono presi facendo debiti bancari mica potevamo permetterci certi giocatori, Ferlaino volle fare il giorno da Leone che 100 da pecora

          • io lo spero….data la mia giovane età ho sempre solo vissuto il napoli della B, del fallimento ecc. Vorrei solo rivivere quei fasti che mi raccontano i genitori ma con ragionevolezza senza buttare fumo. Cmq spero di ricredermi in futuro sulla sua gestione.

          • Giacomo Molea 2 giugno 2017, 19:30

            Guarda. avessimo avuto un presidente INDUSTRIALE che ne so…un DEL VECCHIO quello di LUXOTTICA secondo te dopo 13 anni nn avevamo lo stadio da 50mila posti e strutture di proprieta? Assolutamente si, dipende dalla forza economica ma soprattutto di potere di un uomo, ADL fa cinepanettoni..ma cadda fa? Ovvio fa un po’ l’attore…e deve venderti un po’ di fumo, ti deve anche far sognare, ma poi i NUMERI ti fanno capire che siamo ben oltre le nostre possibilta’. Questa societa’ cosi strutturata e con questo fatturato nn dovrebbe darci piu’ del QUINTO POSTO credimi, invece otteniamo sempre di piu’ rispetto alle reali potenzialita’

          • Giacomo Molea 2 giugno 2017, 19:37

            E ti diro’ di piu’, prendo il napoli di ADL anno x anno e lo paragono al passato, ora riguardati bene il cammino del napoli dal 2004, abbiamo fallito solo un 1 anno su 13 stagioni, il secondo anno di serie A con reja donadoni con un 14esimo posto, davvero nn in linea con le possibilita’ di allora, ma in tutte le altre stagioni abbiamo fatto o una stagione in linea o sopra le attese ..SEMPRE

          • Tra te ed Attimo Fuggente, mi è venuto il voltastomaco credimi. Ma poi dico io, tu dichiari di essere giovane, ergo sei partito dalla C e ti lamenti? Ma se tu hai visto solo il lato positivo delle cose, di che ti lamenti? Sei andato in crescendo. Lascia stare qualche lamento a chi dai fasti maradoniani (anche lì con momenti bui come lo scudetto perso) vide la squadra progressivamente liquefarsi. Credimi caro mio, il fallimento lo vissi come una liberazione. 50-60-40-80 milioni di debiti. Non si sapeva più a chi o cosa credere. I fratelli e le sorelle di Naldi che per poco non lo facevano interdire per evitare si giocasse pure le mutande insieme a Mario Bros (mariuolo bresciano) corbelli. Ma poi, tutto sommato, dovreste essere contenti dei mancati investimenti strutturali. Senza valori immobiliari, quando ADL deciderà di lasciare, sarà più semplice per il Bill Gates che verrà, acquistare ad una cifra consona o magari tirare sul prezzo. State sereni, ADL finirà e tu Axel (Attimo è un po’ più maturo) potrai vivere i fasti che il nuovo che verrà saprà regalare (spero per te e noi, che non vivrai -rivivremo- di nuovo le montagne russe).
            Forza Napoli sempre, dovunque e comunque.

          • Raffaele Sannino 3 giugno 2017, 12:54

            Caro squalo,il voltastomaco è poco.Continuare ossessivamente questa crociata,anche quando ci sono risultati eclatanti mai raggiunti in passato,significa che c’è del marcio sotto.Questo li scredita pure quando criticano le società per giusti motivi:non sono obiettivi. Io questi soggetti li blocco immediatamente.

        • Attimo Fuggente 2 giugno 2017, 20:21

          Per esempio,restando in Italia,le 4 società che ci sono superiori,e che lo saranno ancor più nei prossimi anni.Vorresti invece convincere la gente ad essere contenta di avere una squadra con una proprietà a conduzione familiare,con le mani legate ? Un ‘impresa ardua non trovi?E anche un pò inspiegabile.Chi è davvero contento non nasconde i dati e non ingaggia battaglie.

Comments are closed.