Spalletti contro tutti: «Voi giornalisti siete sfigati, fate gli oroscopi»

Tensione in casa Roma. Conferenza stampa che sembra più un corpo a corpo con la stampa locale.

Spalletti contro tutti: «Voi giornalisti siete sfigati, fate gli oroscopi»

Le tensioni degli altri

Tra Juventus e Roma, possiamo dire che le rivali del Napoli navigano in un bell’ambientino. Agnelli convoca d’urgenza una conferenza stampa per difendersi dalle accusu di contiguità con la ‘ndrangheta attraverso la frequentazione di ultras . E Spalletti tiene un’altra conferenza stampa (alla vigilia di Roma-Sassuolo) che somiglia più a un corpo a corpo che a un momento informativo.

«Non abbiamo niente in mano»

Spalletti è a dir poco spazientito. La sua Roma è uscita dall’Europa League, ha perso 2-0 il derby d’andata di semifinale di Coppa Italia contro la Lazio ed è lontano dalla Juventus in campionato. Non a caso, oggi ha detto: «Bisogna essere realisti: ieri ti alzi e hai la sensazione di non avere niente in mano perché è una sconfitta che brucia, che ti lascia senza fiato». Il riferimento è all’eliminazione in Europa League, agli ottavi di finale. «Ma se analizzi la partita, è diverso. I giocatori meritavano di vincere, hanno giocato bene proprio come volevo io. 25 tiri contro il Lione è segno che hai fatto bene. Il Barcellona ha vinto con 6 gol ma ha fatto meno tiri».

«Io sono Spalletti»

Ma la conferenza stampa è stata anche altro. È stata soprattutto conflitto con i giornalisti. «Lo sfigato non sono io. Ho sessant’anni e ho raggiunto un livello tale di vita e professionale per cui non cambio più. Io sono Spalletti. Io sono fortunatissimo, che piacciano o no i miei risultati sono questi. Gli sfigati siete voi che ormai scrivete piccoli trattati di psicanalisi per interpretare le mie lune. Invece di articoli sportivi, ormai scrivete gli oroscopi. Ho detto che vedevo ombre? L’ho detto per prendere per il culo voi”. Le radio romane non hanno gradito e si stanno scatenando.

ilnapolista © riproduzione riservata