È la Francia di Godard, fino all’ultimo respiro: 2-0 all’Albania di Hysaj, segnano Griezmann e Payet

È la Francia di Godard, fino all’ultimo respiro: 2-0 all’Albania di Hysaj, segnano Griezmann e Payet

Come il film di uno dei più grandi registi transalpini, Jean-Luc Godard, così la nazionale di Deschamps: fino all’ultimo respiro. Seconda partita su due risolta a un soffio dal 90esimo, stavolta contro un’orgogliosa Albania. Se contro la Romania, nel match di apertura, servì uno splendido tiro di Payet, contro la squadra di De Biasi serve un colpo di testa di Griezmann, lasciato inizialmente in panchina, per sbloccare il match. Nel recupero, raddoppio (ancora) dell’uomo più di questo Europeo, Dimitri Payet.

Primo tempo estremamente equilibrato: Deschamps cambia volto alla sua squadra, inserisce Coman in attacco e Martial largo per dare più vivacità in attacco. Pogba resta inizialmente in panchina, e la manovra francese ne risente. Poche azioni offensive, nessuna occasione da gol nitida. L’Albania sa che da questo match può cavare poco, si limita a una difesa ordinata e a sporadici tentativi di ripartenza, almeno nel primo tempo.

La ripresa è più vivace: Deschamps ritiene espiati i peccati di Pogba e lo rilancia al posto di Martial, la Francia è più frizzante e l’Albania riparte con più continuità. Dopo una mezza occasione di Coman, palo albanese colpito da Memushaj con una conclusione sporca da pochissimi metri. Scampato il pericolo, la Francia inizia a martellare la difesa albanese, soprattutto attraverso azioni manovrate e cross dalle fasce. Le occasioni non sono proprio nitide, ma comunque assistiamo a un match più divertente. L’Albania tiene, gran prestazione di Hysaj come leader difensivo in vista di uno 0-0 che sarebbe vitale per De Biasi. Che però non ha fatto i conti con la zona-Francia: azione insistita sulla sinistra, cross ribattuto e palla che finisce a Rami, in posizione di terzino destro. Cross preciso al centro, Griezmann è solo e batte Berisha indirizzando la palla all’angolino. Saint-Denis esplode, altra vittoria al 90esimo. Nel recupero, il tripudio in contropiede con Payet. Francia sicuramente tra le prime due, si giocherà il primo posto nell’ultimo match con la Svizzera, che nel pomeriggio ha impattato 1-1 con la Romania di Chiriches. Per l’Albania, solo una vittoria con i rumeni nell’ultimo match può dare la speranza di entrare tra le migliori terze. 

ilnapolista © riproduzione riservata