ilNapolista

Spalletti in conferenza: «La matematica non ci condanna, abbiamo fatto quello che potevamo»

Spalletti in conferenza: «La matematica non ci condanna, abbiamo fatto quello che potevamo»

Luciano Spalletti nella conferenza stampa della vigilia di Milan-Roma, ultimo impegno per i giallorossi in campionato: «Non siamo ancora condannati matematicamente, abbiamo il dovere di credere ancora nel secondo posto. Certo, affrontiamo una squadra che si gioca la qualificazione alle coppe e quindi sarà un match difficilissimo per noi».

Sul suo lavoro alla Roma: «È stato grandioso lavorare con questi giocatori, perché fin da subito mi hanno fatto vedere che avevano voglia di fare bene. Questa squadra ha potenzialità importanti: abbiamo lavorato nella maniera giusta. I calciatori della Roma sono stati grandiosi, e se la classifica dovesse rimanere così la dobbiamo accettare sapendo di aver fatto il possibile e avendo la convinzione di potercela giocare sempre, contro chiunque».

Le assenze per la sfida contro il Milan: «Keita, Vainqueur e Perotti sono tutti out per problemi fisici, abbiamo qualche giocatore che può sostituirli e sceglierò tra questi. Dzeko? Non parlo del suo futuro, ci rivediamo a fine campionato». L’eventualità di disputare il preliminare di agosto: «Il preliminare cambia la stagione, ma dà un vantaggio: si inizia subito a fare sul serio, a lavorare sodo senza rotolarsi sull’erbetta. Ci sono immediatamente le partite vere, si ha un termometro della situazione reale, si vede con che testa si affrontano i periodi complicati».

ilnapolista © riproduzione riservata