Il Napoli onora la Capri Watch appena finita: 6-0 e il pallone a casa di Mertens

Il Napoli onora la Capri Watch appena finita: 6-0 e il pallone a casa di Mertens

Prepartita –         Ragazzi, la stagione ormai è finita. Ci servono dieci punti per andare in Champion’s League diretta e bisogna cominciare a vincere questa. Ricordatevi che questo è il Bologna ammazzagrandi che già all’andata ci ruppe non poco le scatole. Tra l’altro, con le ultime sconfitte sono passati in cavalleria lo sbilanciamento tra favori e torti arbitrali e alla fine è rimasto il concetto che siamo noi che non siamo stati all’altezza e più forti di tutto e di tutti. Forse proprio quello che voleva qualcuno. Resta il fatto che, a me, ventidue vittorie e un pareggio (peraltro proprio contro a questi qua) in ventitré gare mi sembrano percentuali da maggioranza bulgara e, quindi, quantomeno un po’ strane.

Minuto 0’ –         Azz, quattro cinque uno. Donandoni sí e venuto a giocare la partita quindi. Con Acquafresca unica punta. Quindi sto ragazzo gioca ancora. Mi raccomando: facciamo come al solito che facciamo segnare a quello che non fa gol da un era e mezzo

Minuto 3’ –         Vai Marek, giocala tutta così e faglielo vedere che sei il nostro capitano.

Minuto 6’ –         Oh ma quello e Zuniga! Ma non era rimasto zoppo in un incidente in Vietnam?

Minuto 8’ –         Ma che lo fai cambiare a fare? Il mister lo riconosci subito: è quello colla sigaretta!

Minuto 10’ –       Incredibile! Clamoroso al San Paolo! Non tanto il gol di Gabbia, che quando tiene l’occasione raramente sbaglia, quanto l’assist di Mertens! Dries, hai visto che quando la dai è meglio per tutti?

Minuto 15’ –       Kalidou pure il terzino si mette a fare. Se leviamo qualche piccola indecisione avuta nel corso del campionato questo diventa il miglior centrale d’Europa.

Minuto 17’ –       Marek se per avere queste prestazioni dobbiamo dirti che scompari e che sei discontinuo te lo diciamo sempre sempre sempre.

Minuto 20’ –       Grande Zuzù! Anche se mo giochi a destra non te lo sei dimenticato come si fanno i ballletti e come ci si arricetta sulla palla.

Minuto 25’ –       È vero che il Bologna non è l’Inter ma è anche vero che questo non è il Napoli che è andato a Milano. E manco a Udine.

Minuto 33’ –       E vabbé Costant, ti sei fatto fare da Calleti. Il rigore se l’è costruito alla perfezione dopo una grande azione collettiva.

Vai Manolo! Dategli le occasioni che questo ragazzo non le sbaglia!

Minuto 42’ –       Che peccato! Se passa quella palla di Dries, Marek sta in porta! Guagliu’ comme bello vedere le squadre che giocano al pallone.

Minuto 46’ –       Questo primo tempo ha avuto il seguente significato: “non vi permettete più di dubitare di Manolo!”

Minuto 47’ –       Ma voi vedete un poco se nell’intervallo mi so’ dovuto sentire a quello che dice che il rigore non c’era. Probabilmente l’intenzione è di aumentare in maniera fittizia il numero di favori arbitrali ricevuti dal Napoli in modo da ridurre apparentemente la differenza con chi ci precede.

Minuto 49’ –       Ragazzi vogliamo fare che gli errori di stasera li abbiamo fatti tutti in quest’azione? Non abbassiamo la concentrazione che questa vittoria la dobbiamo portare a casa.

Minuto 54’ –       Ho capito che pure stasera, nonostante tutto, m’ata fa’ sparpetea’ fino ala fine.

Minuto 57’ –       E niente. A noi ci fermano quando il fuorigioco non c’è. Agli altri li fanno proseguire quando c’è. Ovviamente lo dico senza lamentarmi e senza piangere eh.

Minuto 58’ –       Dries hai ragione che Mirante se l’è fatta passare in mezzo alle gambe altrimenti ti prendevi un’altra bestemmiata per non averla data. Comunque se quando non la dai segni va sempre bene eh.

Minuto 65’ –       Bella Ghoulam, bella diagonale. Però se non li fate proprio arrivare in area noi siamo più  contenti

Minuto 70’ –       Vai Manolo non ti preoccupare se sei stanco. In nove giorni hai fatto tre partite e tre gol. Praticamente sei in media Higuain.

Minuto 73’ –       Marek, stai stanco pure tu? Ne stai sbagliando troppi in questo secondo tempo.

Minuto 78’ –       Ormai ci provano tutti pure Lorenzo in mezza sforbiciata e Zuzù da centrocampo. Devo ancora capire chi dei due era più pretenzioso.

Minuto 80’ –       Dries! Grande doppietta pure per lui! Comme sta bellillo a fare la prima punta! E grazie per non farmi sparpeteare più.

Minuto 85’ –       Vai ragazzi, io un gollettino a Omar glielo farei fare. Pure per fare cifra tonda.

Minuto 87’ –       Grande Dries! Che fetente di botta che hai tirato! Hai fatto tu la cifra tonda e ti porti tu il pallone a casa! E il San Paolo ricomincia a cantare!

Minuto 88’ –       Questo colpo, a bigliardino, lo chiamavamo capa e cesso. In più David Lopez mi sembra che la tocchi col braccio. Andrà a finire anche questa nel conto dei favori arbitrali che abbiamo ricevuto? Intanto, in onore alla Capri Watch Cup appena conclusa, la finiamo pure noi sei zero.

Minuto 90’ –       Stasera contava solo vincere e ci siamo riusciti alla grande. Andiamo a Roma con almeno cinque punti di vantaggio e potremo giocare a mente sgombra. Il primo passo importante verso la conquista del secondo posto l’abbiamo fatto. Avanti così e chiudiamo in bellezza la stagione.

#forzanapolisempre

ilnapolista © riproduzione riservata