Tosel ha fatto un favore alla Juventus inventandosi la multa ai bambini

La Juventus Football Club esprime il proprio sconcerto per l’ammenda comminata dal giudice sportivo alla società per avere i suoi giovanissimi sostenitori rivolto ripetutamente ad un calciatore della squadra avversaria un coro ingiurioso. Tosel, il giudice sportivo, di notoria fede juventina, è riuscito nella epica impresa di trasformare la Juve in vittima,mutando la merda in oro. Il provvedimento con il quale Tosel ha comminato l’ammenda (simbolica) di 5000 Euro alla Juventus è palesemente illegittimo (come sa bene il suo autore) perché i cori ingiuriosi, senza uno specifico intento discriminatorio per ragioni di razza o territoriale, non hanno rilievo disciplinare nell’ordinamento sportivo. Sta di fatto però che il buffetto che paternamente Tosel ha inflitto alla sua Juve ha prodotto l’effetto preventivato di suscitare le perplessità dei media per una sanzione inventata, in modo da eludere l’imbarazzo della festa macchiata da quegli angioletti con le facce striate con i colori degli scudetti juventini. La Juventus che questa volta aveva motivo per farlo si è guardata bene dall’impugnare il provvedimento, trattandosi evidentemente di vis grata puellae.
Antonio Patierno

ilnapolista © riproduzione riservata