Catania che sofferenza, ma il Napoli è una potenza

E’ stata una partita assai sofferta.
Siamo dovuti rimanere all’erta
fino a sentire il fischio di chiusura.
Troppi gol sfiorati. Una iattura !
Tante occasioni da rete create:
nella ripresa, 8 ne ho contate !
Ma vederli giocare apre il cuore:
ormai fanno soltanto gol d’Autore !!
Sette minuti e deve uscire Mesto,
una sostituzione troppo presto.
Ma son contenti, adulti e bambini,
a vedere l’esordio di Uvini.
Al quarto d’ora si alza il sipario
e il Napoli sciorina il campionario
di tocchi, di finezze, e di giocate:
le mani per gli applausi son spellate !!
da Higuain a Dzemaili a Josè,
la palla sul sinistro, Lui è con te,
il tiro all’incrocio è da sballi,
esplode il San Paolo, canti e balli !!!
C’è subito chi lo vuole emulare,
Hamsik e Insigne si danno da fare,
Lorenzo supera il difensore
poi, invece di tirare, fa un favore,
invita Marekiaro sulla scena,
di esterno destro gliela tocca appena,
Marek va di sinistro, una legnata
e c’è il raddoppio con questa giocata !!!
Ma qui non ci si può mai rilassare,
ché l’avversario non ti sta a guardare.
Accorcia Castro con scambi di prima,
e questo mi va bene per la rima.
Nella ripresa, sotto una gran pioggia,
sette – otto azioni il Napoli sfoggia,
ma i tiri vanno fuori o son parati,
e noi restiamo tutti assai agitati,
palpitazioni, pure il fiato corto,
ma la vittoria va infine in porto !
Poi, la convocazione che ci allieta:
Ragazzi della Nisida, al Poeta !!
Con la frittura, pizze, e ripieni,
ci rilassiamo e torniam sereni.
Ma il riposo molto poco dura:
la Champions e la Juve, sarà dura !
Avanti Napoli, senza paura,
solo per loro sarà notte scura !!!
Stadio San Paolo,
2 novembre 2013 by Bruno

ilnapolista © riproduzione riservata