Ostacolo superato, Toro matato

Il Tempio all’ora dell’aperitivo
mi fa sentire allegro e assai giulivo
così, con l’entusiasmo di un bambino,
affronto la partita col Torino.
Nessuno mi ha risposto sui cornetti,
ma se li mangiano come confetti !
Qui non vinciamo dal ’96,
adesso è giunto il tempo, Amici miei !!
Il Toro messo in campo da Ventura
è squadra da battaglia, tosta e dura,
tiene la palla, fa possesso, e gioca,
ma la sua qualità di certo è poca.
Il Napoli va avanti a folate,
Mertens ci esalta con le sue giocate,
al limite dell’area fa il sombrero
e per il Toro il cielo si fa nero,
Bellomo allunga il piede, lo sgambetta,
rigore !! Sia al replay che in diretta !!
Pipita insacca sotto la traversa
e la giornata è sempre più tersa !!
C’è un corner, e i nostri difensori
procurano ai granata altri dolori:
Albiol – Fernandez, tira, deviazione,
è schizzato sul braccio quel pallone,
l’arbitro non capisce che succede,
ma fischia e ferma il Toro in contropiede,
c’è Mazzoleni che gli ha suggerito,
e sul dischetto punta ancora il dito !!
Forse, che, vuole farsi perdonare ?
Da queste parti non può più arbitrare !!
Davanti a Padelli c’è Gonzalo . . .
la mette dentro, ma sull’altro palo !!!
La terza rete hanno poi sfiorata,
per Insigne, però, non è giornata,
Mertens invece ha fatto un partitone
ma non voleva entrare, quel pallone !
Così, “sin prisa pero sin pausa”,
Rafele porta avanti la sua causa,
e noi con lui, uniti e compatti,
ché ci farà godere come matti !!
A Firenze, coi viola, a testa alta.
Questo è l’ostacolo: Napoli, salta !!!

Stadio San Paolo,
27 ottobre 2013 by Bruno

ilnapolista © riproduzione riservata