«Papà, non voglio vincere come la Juve». Aiutiamo il papà a rispondere

Ultimo minuto, Inler colpisce Cuadrado, l’arbitro fischia e si dirige verso l’azione, ho le mani in faccia, e resto incredulo quando lo vedo ammonire il colombiano e dare la punizione per simulazione. Inizio ad esultare, a ridere, a sfotterlo, lo invito a tuffarsi anche giù per la scalinata degli spogliatoi. Mio figlio Luigi, 8 anni, mi tocca il braccio e mi fa “papà guarda, non ha fatto finta, Inler l’ha colpito.” E io “Luigi, noi dobbiamo vincere, che ce ne fotte di Cuadrado”. E lui “Papà, ma io non voglio vincere come la Juve. E poi nel primo tempo avevi detto che Callejon era stato bravo perchè aveva ammesso di aver colpito la palla quando gli avevano dato ingiustamente la rimessa laterale. Scusa allora com’è che si deve fare?”
Bravo a papà, com’è che si deve fare?
Valerio Vegezio

ilnapolista © riproduzione riservata