Fischi, maglie e tre gol al Galatasaray

Buona la prima al San Paolo del Napoli di Benitez. Tre a uno al Galatasaray in una serata in cui la festa annunciata è stata doverosamente ridotta per la tragedia avvenuta domenica sera in Irpinia. Dopo la presentazione dei giocatori (fischiatissimi Gargano e Zuniga) e delle nuove maglie (esteticamente orrenda quella gialla, persino più di quella mimetica che certo non è gradevole), il Napoli è andato subito in vantaggio con gol di Pandev di testa su assist di Insigne. Buono il primo tempo degli azzurri, la squadra ha sempre provato a giocare palla a terra. Ottima la prestazione del portiere Rafael.
Nel secondo tempo molti i cambi. Il Galatasaray è salito in cattedra, anche se Dzemaili ha colpito un palo. I turchi hanno poi pareggiato con un’ottima azione di Amrabat. Il Napoli è parso in difficoltà, un po’ sulle gambe. Drogba ha protestato per un dubbio rigore su di lui. Poi proprio il fischiatissimo Zuniga ha riportato il Napoli in vantaggio su pregevole passaggio in profondità di Insigne. Dopo il gol, il colombiano ha superato la prova d‘amore chiesta dai tifosi e ha saltato al coro antijuventino. Alla fine rigore per atterramento di Calaiò. L’arbitro ha espulso Muslera e Insigne ha siglato il 3-1. Un risultato probabilmente bugiardo ma è calcio d’estate e una vittoria resta sempre una vittoria.
Massimiliano Gallo

ilnapolista © riproduzione riservata