Insigne lancia il nuovo Napoli (3-1 al Galatasaray)

Uno strepitoso Lorenzo Insigne decide la vittoria del nuovo Napoli nell’amichevole contro il Galatasaray (3-1), prima mandando in gol Pandev e Zuniga, poi chiudendo su rigore il match. Sessantamila in festa al San Paolo.
Benitez ha tenuto in panchina Higuain e Albiol. Il Galatasaray, piuttosto molle nel primo tempo, ha giocato meglio nella ripresa impegnando il Napoli sia con la girandola dei cambi sia ritoccando il modulo, esaltato a sinistra dall’ingresso di Amrabat, autore del momentaneo pareggio dei turchi.
Ha subito impressionato Callejon che spesso si è scambiato di lato con Insigne. Prezioso lo spagnolo anche in copertura, molti incisivo in avanti. Hamsik, non in buone condizioni, ha faticato a trovare la posizione e non ha brillato mancando un gol a porta vuota.
Incredibile serata per Zuniga, fischiatissimo al momento del cambio (68’ per Callejon), poi applauditissimo per la rete del 2-1 finendo la partita in allegria. Il caldo e la preparazione ancora all’inizio hanno tolto ritmo alla gara.
Nel primo tempo il Napoli ha sfoderato le ripartenze dell’anno scorso ispirate da Insigne. S’è visto più palleggio. Rafael in porta è stato protagonista di quattro interventi notevoli, un doppio salvataggio su Drogba e Sneijder nel finale di primo tempo, poi parate decisive su Chedjou e Altintop nella ripresa.
Nella prima parte della gara, con la difesa dei turchi lenta e piazzata male, il Napoli avrebbe potuto segnare in almeno altre due occasioni con Hamsik (30’) e Insigne (34’). Nella ripresa, Dzemaili colpiva un palo (52’ su assist di Hamsik).
Stanchi gli azzurri nella ripresa e le numerose sostituzioni hanno snaturato il volto del match. Il Galatasaray è stato più convinto (non segnalato un rigore su Drogba) e il Napoli sul punto di cedere è venuto invece fuori. Tra i nuovi si è visto Mertens (56’ per Hamsik), prova disinvolta.
Era Pandev di testa a sbloccare subito il match (5’) sul cross di Insigne. Pareggio del Galatasaray con Amrabat (58’) che dribblava Mesto e fiondava sotto la traversa. Uscivano, tra gli altri, Drogba e Sneijder. E ancora Insigne con uno strepitoso “taglio” lanciava in gol Zuniga che toccava in porta dopo avere evitato Muslera in uscita (81’). Finale tempestoso con Mertens che mandava in gol Calaiò atterrato da Nonkeu (90’). Espulsi il portiere turco per comportamento scorretto, fuori anche Nonkeu. In porta, Iscan sostituiva Muslera e veniva battuto da Insigne dagli undici metri.
Mimmo Carratelli
NAPOLI (4-2-3-1): Rafael; Mesto, Cannavaro (46’ Fernandez), Britos, Armero (46’ Dossena); Behrami (46’ Inler), Dzemaili (77’ Radosevic); Callejon (68’ Zuniga), Hamsik (56’ Mertens), Insigne; Pandev (65’ calaiò).
GALATASARAY (4-3-1-2): Muslera (90’ espulso); Eboue (55’ Sarioglu), Chedjou, Inan (68’ Bulut), Riera; Altintop (77’ Richards), Melo, Nounkeu; Sneijder (68’ Kolak); Yilmaz (53’ Amrabat), Drogba (68’ Elmander).
ARBITRO: Mariani (Aprilia).
RETI: 5’ Pandev, 58’ Amrabat, 81’ Zuniga, 90’ Insigne su rigore..

ilnapolista © riproduzione riservata