Il Qpr viaggia in low cost, come poteva darci Julio Cesar in prestito?

Ora che Julio Cesar è saltato, va pure detto che davvero non si capiva come fosse possibile immaginare di averlo in prestito gratuito dal Queens Park Rangers. Le cui finanze sono un po’ malmesse dopo la retrocessione nella serie B inglese. E’ vero che Tony Fernandes, il presidente del club, è pure il proprietario di Air Asia, ma nonostante ciò ha deciso di far partire la squadra per il precampionato in Austria a bordo di un volo Easyjet. In low cost, dopo la retrocessione in serie B. Il noleggio di un aereo privato, ipotesi inizialmente prevista dal piano di viaggio del Qpr, prevedeva un esborso di 7mila euro in più. E se un presidente risparmia su 7mila euro, perché mai dovrebbe darti in prestito gratuito il portiere della nazionale brasiliana? Così, Redknapp e i suoi giocatori sono saliti sul volo low cost verso la Slovenia, dove li attendeva un pullman che li ha scarrozzati in Austria. Il Mirror racconta che solo i dirigenti hanno usufruito di un biglietto con “speedy boarding”, l’agevolazione che consente l’imbarco da un’entrata privilegiata. I giocatori hanno fatto la fila insieme con tutti gli altri passeggeri. Julio Cesar no, lui non c’era.
Desmond Digger

ilnapolista © riproduzione riservata