L’Italia vince a Malta con due gol di Balotelli

L’Italia salta sul materasso maltese con due gol di Balotelli (il primo su rigore) e con la positiva trasferta insulare (2-0) allunga in testa alla classifica del gruppo di qualificazione per il Mondiale 2014 in Brasile portando a tre i punti di vantaggio sulla Bulgaria (1-1 in Danimarca).
Match risolto nel primo tempo e partita noiosa col gioco lento e prevedibile dell’Italia nel piccolo stadio maltese (18mila spettatori, fischi per Balotelli). I due attaccanti di casa, il piccolo Mifsud con la cresta di moda e Schembri hanno messo in difficoltà i centrali azzurri. Schembri saltava Barzagli nell’azione in cui subiva il fallo da rigore da Buffon, penalty fallito da Mifsud (tiro centrale e respinta a pugni del portiere azzurro). Poteva essere il pareggio per i maltesi dopo il rigore di Balotelli. Poi Mifsud si liberava di Bonucci e da fuori area centrava la traversa. Sono state le due chance di Malta per sorprendere l’Italia al 16’ e al 19’ del primo tempo.
Vantaggio immediato degli azzurri (7’ rigore di Dimech su El Shaarawy, perfetto Balotelli dal dischetto da dove non fallisce mai: 13 penalty a segno su 13) e partita in discesa per l’Italia. Malta schierava due linee difensive a quattro, e pizzicava in attacco con Schembri e Mifsud. Italia poco brillante e monotona contro Malta che riduceva gli spazi negli ultimi venti metri. Il portiere Haber non ha fatto una sola parata (fuori le conclusioni di El Shaarawy, due volte Montolivo, due volte Balotelli, nella ripresa fuori i tiri di Candreva e Gilardino).
Formazione con Abate al posto di Maggio, conferma di De Sciglio a sinistra, Marchisio in mediana (De Rossi squalificato), ancora Giaccherini a far movimento dietro il tandem milanista Balotelli-El Shaarawy nel 4-3-1-2. Nazionale con sei juventini e cinque del Milan. De Sanctis, 36 anni, ha annunciato che è stata la sua ultima volta sulla panchina azzurra.
Primo tempo relativamente più interessante. Balotelli (tartassato dai due barbuti della difesa Dimech e Caruana) ha giocato soprattutto per i compagni, di sponda con colpi di tacco e colpi di petto. Più incisivo De Sciglio rispetto ad Abate. El Shaarawy recuperava molti palloni impossibili sulla linea di fondo per crossarli al centro. Montolivo più mobile di Pirlo. Frenato Marchisio da mediano: non s’è mai visto al tiro come nella Juve. Incerti, nelle poche occasioni in cui sono stati impegnati, sia Bonucci che Barzagli.
Il raddoppio rassicurante (contro Malta al 149° posto del ranking Fifa!) giungeva alla fine del primo tempo. Lancio di Bonucci, assist di De Sciglio per Balotelli e “piatto” a giro di Supermario (45’). E sono 14 i gol incassati dai maltesi in cinque partite, a zero punti nel girone.
Ripresa da sbadigli col gioco monotono degli azzurri. Dopo un’ora Candreva prendeva il posto di Giaccherini e la squadra si schierava col 4-3-3. Con l’ingresso di Cerci per El Shaarawy (75’) giocavano sugli esterni Cerci a destra e Candreva a sinistra con Balotelli al centro. L’Italia non centrava mai la porta di Haber e diminuivano anche le conclusioni fuori bersaglio. Tutti al piccolo trotto perché sabato riprende il campionato (Inter-Juve e Chievo-Milan).

ITALIA (4-3-1-2): Buffon; Abate, Barzagli, Bonucci, De Sciglio; Montolivo, Pirlo, Marchisio; Giaccherini (61’ Candreva); Balotelli (86’ Gilardino), El Shaarawy (75’ Cerci).
MALTA (4-4-1-1): Haber; Camilleri, Dimech, Caruana, Muscat; Herrera, Sciberras, Briffa, Failla (82’ Cohen); Schembri; Mifsud (88’ Vella).
ARBITRO: Gozubuyuk (Olanda).
RETI: 7’ Balotelli rigore, 45’Balotelli.

GRUPPO B – QUALIFICAZIONI MONDIALI PER BRASILE 2014.
Armenia-Repubblica ceca 0-3
Danimarca-Bulgaria 1-1
Malta-Italia 0-2.

CLASSIFICA. Italia 13 (5 partite, gol 12-4); Bulgaria 10 (6 partite, gol 11-4); Repubblica ceca 8 (5 partite, gol 7-5); Danimarca 6 (5 partite, gol 6-5); Armenia 3 (4 partite, gol 2-7); Malta 0 (5 partite, gol 1-14).
Passano le prime di ogni girone e quattro fra le migliori otto seconde.

ilnapolista © riproduzione riservata