De Laurentiis, per favore, diamo un Samuel a Mazzarri

Nel corso della Champions League di quest’anno, il Napoli ha perso due partite:

3-2 a Monaco di Baviera contro il Bayern, ed ha perso 4-1 a Stamford Bridge contro il Chelsea.

Questo dato di fatto, a mio giudizio, alla luce delle due semifinali di andata di Coppa Campioni, assume un significato particolare.

Il Bayern ha battuto in casa il Real Madrid e, nonostante abbia subito un goal in casa, conserva intatte le possibilità di qualificazione per la finale, anche alla luce del gioco catenacciaro che sa esprimere in trasferta (1-1 al San Paolo, docet).

Il Chelsea di Di Matteo (all’anim’ e chì l’è viecchjo, se fosse rimasto Villas Boas chissà…) ha inflitto la prima ed unica, sinora e non sonora, sconfitta nientedimeno che al Barcellona di Messi, Xavi, Iniesta, Fabregas e chi più ne ha più ne metta.

Tutto questo non serve affatto a lenire la sconfitta (ogni partita è a sè e tutte le psicoputtanate che ne conseguono) ma semplicemente per prendere coscienza di noi stessi.

La stagione del Napoli è stata (e ci auguriamo sarà) entusiasmante.

L’organizzazione di gioco del Napoli è ottima.

Siamo una grande squadra.

Abbiamo degli enormi limiti in difesa, che ha mio giudizio andrebbe INTERAMENTE sostituita. Non è un caso se la Juve, prima in classifica, ha subìto 18 goal in stagione di cui 8 in casa e 10 fuori. Il Milan 26, l’Udinese 32  ed il NAPOLI 41. Persino l’Atalanta, che senza penalizzazione avrebbe oggi 2 punti meno del Napoli, ne ha subìti 34.

Indipendentemente dal modulo che si desideri adottare (difesa a 3 o difesa a 4), sono gli uomini che fanno la differenza.

Chiellini e Barzagli sono evidentemente più forti di Cannavaro e Campagnaro.

De Laurentiis, Fassone, Bigon e Mazzarri, accattate l’equivalente di Walter “The Wall” Samuel di 5 anni fa! Vi prego! Accattatevill’!
Gaspare Lo Schiavo

ilnapolista © riproduzione riservata