Le ragioni di Mazzarri,
Il no di Quagliarella

L’affaire Quagliarella vive una nuova puntata. E’ la volta di Mazzarri che rompe il silenzio. Il Corriere del Mezzogiorno apre: “Fabio, l’hai voluto tu. «Qui giocava, era difeso aiutato e anche coccolato L’avrei tenuto, per noi sarebbe stata un’arma in più Lucarelli? Ha grinta da vendere». Dumitru e Cribari si scambiano le parti: il «piccolo» va a mille, il «grande» fa l’umile”. Sulla Gazzetta dello sport il titolo è: «Quagliarella era contro l’alternanza». Mazzarri: «Non l’ho mandato via, ma in attacco erano in 4 per 3 posti». Benvenuti nel Napoli Yebda ha imparato l’arte e non la mette da parte. Per le sue belle qualità, l’algerino è soprannominato «l’artista» «Sono certo di poter fare la differenza: anche in Europa League». Rinascita Cribari «Sì, con Mazzarri ritornerò al top». E Del Neri risponde. “Macché Diego, io mi tengo Quagliarella e Del Piero”. Per il Corriere dello sport “Quagliarella? Ha scelto lui. Questione di turn over. Quando ha capito che il posto non era sicuro…” su La Repubblica: “L’addio di Quagliarella, non sono stato io a mandarlo via, ha scelto lui”. E il baby Dumitru dice: “Dirompente come Henry”. Su Tuttosport spazio a Cribari: “Lazio ingrata, Napoli crede in me”. Il Mattino in prima pagina apre: “Mazzarri choc, avrei tenuto Quagliarella, il giocatore non accettava le decisioni del tecnico”.

ilnapolista © riproduzione riservata