Bravo Aurelio, questo è un Napoli equilibrato

Finito il calciomercato, tutti sulla carta sono stati bravi e ciascuno espone i risultati positivi che ritiene aver raggiunto. Poi come al solito sarà il campo a dire la sua.
In questo particolare momento e dopo la prima giornata di campionato, da sportivo, oltre che da sostenitore da sempre dei colori azzurri, ritengo che la presidenza ed i dirigenti del Napoli abbiano fatto una mirata campagna di rinforzo della squadra con uomini giusti, rendendola equilibrata in ogni reparto e senza equivoci tattici, e sicuramente non è poco.
Su Quagliarella possiamo serenamente dire che è stata la cessione più opportuna fatta al momento giusto con un ritorno economico massimo, dato il ben noto momento di crisi, dove si sono fatti “prestiti a go-go” a tutti i livelli.
Quagliarella pur essendo un buon calciatore, purtroppo a Napoli non ha fatto la differenza in quanto si soprapponeva nel campo a Lavezzi che rimane nel suo “non ruolo” leader indiscusso. Inoltre l’arrivo di Cavani rinforza di molto le potenzialità  di realizzazione dell’attacco anche con l’innesto del non più giovane Lucarelli, al posto di un anemico Denis, che ci potrà sicuramente tornar comodo durante la stagione per l’esperienza maturata. E comunque rimane un giocatore che vede sempre bene la porta in ogni momento.
Infine il giovanissimo talento dell’Empoli Dumitru avrà una piazza che potrà esaltare le sue qualità, da tutti decantate, e la vicinanza a goleador come Cavani, Lucarelli, Hamsik e Lavezzi, lo aiuteranno a crescere come avvenuto sempre in passato per i veri giovani talenti in tutte le parti del mondo calcistico.
L’ulteriore salto di qualità è avvenuto con i nuovi  del centrocampo, dove abbiamo oggi in organico dei mastini intercambiabili, ma anche di qualità, come Sosa. Il turn-over continuo,  nelle tre competizioni da affrontare, potrà dare spazio a tutti e farci divertire. Infine anche in difesa c’è un grosso equilibrio ed intercambiabilità, dove quest’anno potranno esplodere definitivamente Dossena e l’ottimo Santacroce che sarà una delle rivelazioni del campionato.
Un ringraziamento è dovuto ad Aurelio De Laurentiis che ha mantenuto fede ai programmi illustrati dalla lontana serie “C” e lo stile ed il coraggio imprenditoriale dimostrato deve essere di esempio a tutti gli amministratori ed imprenditori italiani e stranieri che sul nostro territorio si puoò investire e raggiungere risultati importanti se si lavora seriamente e bene,con regole certe e competitive.
Forza Aurelio e Forza” Napoli”,s ia come Squadra del cuore che come nostra meravigliosa citta’

Gigi Porcelli

ilnapolista © riproduzione riservata