A Trieste spalti riempiti con tifosi finti

Allo stadio "Nereo Rocco" di Trieste gli "spettatori virtuali" hanno superato i 3.810 paganti "reali" che hanno assistito oggi a Triestina-Pescara. Nella gradinata ´Colaussi´, opposta alla tribuna stampa e perfettamente visibile alle telecamere, sono state infatti collocate delle gigantografie raffiguranti i tifosi di casa, immortalati in occasione di situazioni di massimo afflusso all´interno della struttura triestina (nella foto "La Presse"). Chiusi quest´anno al pubblico per contenere i costi, gli spalti della gradinata sono tornati a rivivere dopo il triste colpo d´occhio dell´esordio interno, quindici giorni fa contro l´AlbinoLeffe, siglando anche l´avvio di un´operazione di marketing che vede coinvolte la Triestina Calcio e la società di comunicazione Gsport. Il nome tecnico della copertura, suddivisa in sette tronconi collocati nella parte più bassa della gradinata, è "back drop". Già utilizzata in passato da altre società europee e in Italia anche dal Parma, in futuro la copertura servirà da base per iniziative di marketing e pubblicitarie (mediagol)

<img class="alignnone size-large wp-image-10210" title="tifosi finti" src="https://www.ilnapolista.it/media/upload/tifosi-finti2-357×200.jpg" alt="" width="357" height="200" /></a>

ilnapolista © riproduzione riservata