Figli di un tifo minore
di chi è la colpa?

Figli di un tifo minore. Cosa possiamo dire di fronte ad una simile ingiustizia? Non solo siamo schedati, maltrattati, bistrattati, messi all’angolo ma anche, volendo citare un post che ho letto sul Forum del Napoli, prima schedati e poi messi agli arresti domiciliari. Questa storia dei biglietti di Fiorentina-Napoli e della tessera del tifoso sembra una farsa. Una querelle che coinvolge la Questura che ha vietato la presentazione delle ricevute troppo tardi, a vendita iniziata, Ticketone che ha chiuso senza autorizzazioni ufficiali il settore ospite, la Fiorentina rimasta a guardare ed anche il Napoli partito tardissimo per la vicenda della tessera del tifoso. E i politici napoletani? Stanno a guardare. E assurdo che tutta Italia possa andare allo stadio con la ricevuta dell’abbonamento e solo i napoletani si debbano presentare con la tessera del tifoso <strong>fisica</strong> che, tra l’altro, non è stata ancora distribuita perché non è stata materialmente fatto il controllo da parte della Questura. La quale, a sua volta, parla di dati non ricevuti da un’agenzia oggi in ferie. Una farsa. I napoletani sono gli unici (assieme alla Lazio) a dover fare una doppia fila. La prima alle poste, la seconda per fare l’abbonamento. Certo non è colpa dei tifosi. E allora di chi è? Beh, questa volta hanno decisamente esagerato. 1) Chiuso il settore ospiti per quelli da fuori Toscana; 2) I napoletani possono andare ma senza ricevuta; 3) Quelli che hanno comprato il biglietto che fine fanno? Una vergogna.
<strong>Paolo Carafa</strong><em>
</em>

ilnapolista © riproduzione riservata