ilNapolista

Arteta: «Mbappé all’Arsenal? Perché no. Se vogliamo essere i migliori, dobbiamo avere i migliori»

In conferenza: «Tutti vogliono giocare per l’Arsenal. Questo grazie alla nostra storia e a ciò che abbiamo fatto in passato»

Arteta: «Mbappé all’Arsenal? Perché no. Se vogliamo essere i migliori, dobbiamo avere i migliori»
Arsenal's Spanish manager Mikel Arteta reacts during the UEFA Europa League Group A football match between Arsenal and Bodoe/Glimt at The Arsenal Stadium in London, on October 6, 2022. (Photo by Daniel LEAL / AFP)

Mbappé lascerà il Psg, ormai lo sanmo tutti. Così come tutti sanno che molto probabilmente la sua destinazione sarà il Real Madrid. Eppure, la possibilità di avere il talento francese in squadra ingolosirebbe chiunque.

Ce lo fa capire bene Arteta, allenatore dell’Arsenal, in conferenza stampa.

Parlando di Mbappé, il tecnico spagnolo ha detto: «Quando c’è un giocatore di quel calibro dobbiamo sempre essere in mezzo. Ma… sembra che le cose vadano in un modo diverso».

Poi la domanda su un possibile coinvolgimento dell’Arsenal in una trattativa per Mbappé.

«Non lo sono! Forse lo sono Edu [il direttore sportivo] e i proprietari, ma io non partecipo a quelle conversazioni fino all’ultima fase».

Arteta: «Tutti vogliono giocare per l’Arsenal»

Sull’idea di vedere Mbappé all’Arsenal.

«Perché no. Se vogliamo essere la squadra migliore, avremo bisogno dei migliori talenti e dei migliori giocatori, questo è certo».

«Tutti vogliono giocare per l’Arsenal. I giocatori con cui abbiamo discusso hanno sempre quel sorriso sul volto nel momento in cui apri la porta e inizi ad avere quella discussione. Ciò è dovuto anche alla nostra storia e a tutto ciò che abbiamo fatto in passato».

Espn ha parlato dell’addio di Mbappé come di una saga finalmente giunta al termine

Alcune fonti hanno riferito a Julien Laurens di Espn questo mese che Mbappé aveva preso una decisione definitiva sul suo futuro e che non vedeva l’ora di trasferirsi al Bernabéu, anche se il 25enne non aveva informato nessuno dei due club riguardo alle sue aspirazioni di carriera. Ma giovedì Mbappé ha verbalizzato le sue intenzioni al Psg e, con ogni probabilità, si unirà al Real Madrid quando il suo contratto terminerà a giugno, ponendo così una fine misericordiosa alla lunga ricerca del gigante spagnolo di prendere in squadra il tanto desiderato francese” .

“Mbappé non ha nascosto il suo desiderio di giocare per il Real Madrid e ha anche avuto un provino con loro da giovane nel 2012. Strano pensare che, se il Real avesse deciso di fare il grande passo allora, avrebbe potuto risparmiare a se stesso (e a tutti noi) un sacco di tempo, denaro e fatica”.

 

ilnapolista © riproduzione riservata