Una soluzione geniale per organizzare e gestire tornei di calcio a qualsiasi livello

Un’interessante start up torinese alla portata di tutti, nata da giocatori di pallone per gestire e organizzare in maniera seria i tornei di calcio

Una soluzione geniale per organizzare e gestire tornei di calcio a qualsiasi livello

Che sia inverno e faccia freddo, o estate e ci si sciolga al sole, non c’è ragione che tenga, si gioca a calcio!

Il calcio è uno sport che non ha età, si comincia con le scuole calcio già dai 4 anni e finché fiato e ginocchia reggono si continua a giocare e perché no a partecipare a tornei.

I tornei di calcio

Un passatempo per chi stacca da una lunga giornata di lavoro e indossa divisa e scarpini per darsi battaglia in campo, ma anche un impegno per i bambini che sono spesso occupati per l’intero week end in partite e tornei. Ma non dimentichiamo la costanza dei genitori che devono sacrificare i cosiddetti giorni di riposo, per accompagnare i figli in giro per i vari campi a giocare ogni sabato e domenica.

Purtroppo non sempre l’organizzazione dei tornei facilita il compito dei genitori, con calendari poco chiari e partite che si giocano in campi lontani di cui si viene avvisati solo il giorno prima. Proprio per ovviare a questi inconvenienti nasce Goolbook.

Online con la prima versione nel 2015, nasce come piattaforma per gestire i tornei di calcio e successivamente per permettere alle società di calcio di avere una propria pagina senza dover impiegare grandi capitali.

Una start up

Goolbook è una start up del politecnico di Torino nata dalla passione di un gruppo di giocatori di calcio, anche se a livello amatoriale, che si sono accorti che non esistevano piattaforme web per gestire i tornei.

«Per gestire le partite e il calendario – spiega Matteo Clava, uno dei fondatori della piattaforma – usavamo i fogli excell o addirittura quelli di carta, ma era difficile riuscire a condividere le formazioni con tutti o essere certi che sarebbero stati tutti presenti alla partita. Così abbiamo pensato ad una soluzione e l’abbiamo realizzata, abbiamo visto un’esigenza di mercato e abbiamo cercato d soddisfarla».

Fermo restando che si parla di campionati giovanili o amatoriali, Goolbook cerca di offrire alle scuole calcio o alle società minori, le stesse possibilità dei professionisti.

Goolbook è il primo soccer social network che raccoglie i principali tornei di calcio a 5, a 7 e a 8, e offre alle squadre partecipanti e ai giocatori la possibilità di accedere a risultati e statistiche.

«Il primo anno l’abbiamo impiegato a capire cosa poteva essere davvero utile per il presidente di una società di calcio – continua Matteo -. Dal momento che le società di calcio non hanno un grande potere di acquisto, abbiamo cucito un prodotto molto personalizzabile e con costi contenuti con standard qualitativi importanti.

Una società calcistica se vuole avere una visibilità online, deve andare da un programmatore che deve sviluppare il suo sito o quello per un torneo ma è difficile, dati i costi, che pensi di sviluppare anche un’app. In altri casi il sito web viene costruito da un amico. Ma in entrambi i casi c’è bisogno di chi li sappia aggiornare continuamente».

Goolbook ha trovato la giusta via di mezzo. Oltre allo spazio sulla piattaforma dove costruire il proprio sito, forniscono un’app molto semplice, che al termine di ogni partita permette all’arbitro o al dirigente sportivo di inserire il risultato, così che la piattaforma si aggiorni automaticamente.

La piattaforma torinese ha già un vasto pubblico nel nord Italia e adesso vuole aprire le porte alle società del centro-sud offrendo una soluzione decisamente a portata sia delle scuole calcio che delle società minori, dal momento che un sito sul portale costa solo 87 euro l’anno completo di assistenza standard e inserimento dei calendari del torneo.

Insomma si deve solo aspettare il fischio e partire col calcio d’inizio!

 

 

 

ilnapolista © riproduzione riservata