Walter Mazzarri vuole
soltanto i patela vache

Vigilia strana questa di Napoli-Sampdoria: sarà perché l’obiettivo (almeno per noi) è già in cassaforte, sarà perché per tutta la settimana non si è parlato che di mercato, sarà perché c’è addirittura chi non è contento di questa qualificazione… sta di fatto che il pre-partita non lo sto vivendo come al solito. E allora ecco che mi sono rifugiato dal mio collega Vincenzo, quello torinese fuori (per nascita, evve moscia e cadenza) ma napoletanissimo dentro: e sì perché le persone solo parlandoci puoi pensare di conoscerle, almeno un po’. Ecco: Vincenzo è da diversi mesi che sostiene un maggior utilizzo di Denis (ma dividendo il numero di gol per quello dei minuti effettivamente giocati, siamo sicuri che non sia maglio di gente che dovrebbe venire a vestire la maglia azzurra?) e di Cigarini e allora finalmente gli chiedo il perché: beh, mi fa, perché il gioco del pallone è semplice! Ci vuole uno bravo a smistare i palloni agli attaccanti, e gli attaccanti, da parte loro, devono tirare in porta e fare di tutto per “sbagliare il portiere”: questo è quello che insegnavo ai ragazzini quando facevo l’allenatore in una scuola calcio. Però, gli faccio io, ma allora sei uno che ne capisce? Certo, mi fa, mica come Mazzarri che vuole solo i “patela vache” in mezzo (testuale: sarebbe picchiatore di mucche in piemontese, uno che le guida dentro le stalle)! Eh bravo Vincenzo, sei una vera scoperta: e domenica che fai, dove la vedi la parita? Mah è difficile perché domenica devo suonare col mio gruppo ad una festa di amici… Insomma mille doti nascoste ed una simpatia spontanea, immediata: credo proprio che la prossima stagione sarà divertente ed interessante sia da guardare che da commentare con Vincenzo e con gli altri Napolisti. Buona domenica a tutti e sempre forza Napoli!
Diego Fusco

ilnapolista © riproduzione riservata