Pensare in grande
con rinforzi e stadio

Pensare in grande con rinforzi giusti è il titolo del fondo sul Mattino di Toni Iavarone. Fieri si, felici no. Forse è questo l’onesto commento – scrive – sull’attuale sentimento dei tifosi partenopei. E visto quel che è capitato alle altre contendenti, vada per la felicità. La speranza è che la soddisfazione  per il traguardo conquistato si tramuti in un nuovo spirito di squadra e – perché no – ricerca di rinforzi tecnicamente validi. Questo è il pro memoria della stagione che verrà. Domenica tornerà Quagliarella. Vorrà Mazzarri rischiare d’esser tacciato d’ingratitudine e non schierare Denis? O doserà l’ex disperso col contagocce nell’interesse supremo della patria? Per Antonio Corbo su la Repubblica “Ma lo stadio è inadeguato, patti chiari sul San Paolo”.  Stanco ma vincente, già qualificato per l’Europa League, il Napoli invita i tifosi all’ultima gara interna. E’ da applaudire: con la sua onesta forza è andato ben oltre gli errori del progetto. Poi Antonio Corbo sottolinea come nell’assalto europeo la nota stonata si proprio lo stadio San Paolo, vecchio, inadeguato, inospitale. Patti chiari sul rilancio. Si sta aspettando l’eventuale assegnazione degli Europei, ma cosa accadrà se gli europei non dovessero arrivare all’Italia?

ilnapolista © riproduzione riservata