Pasqualin: I diritti
non fermano i big

I diritti d’immagine? Sono solo un altro argomento della contrattazione tra procuratore e presidente e non ostano all’arrivo di grandi campioni all’ombra del Vesuvio. Parola di Claudio Pasqualin, uno dei procuratori italiani più conosciuti. Alla sua corte personaggi come Alessandro Del Piero, Rino Gattuso, Gianluca Vialli, Paolo Montero.
Ma il Napoli può essere penalizzato dalla politica di De Laurentiis? “Non credo. Se una società ha nella disponibilità la possibilità di avocare a sé i diritti di immagine rientra nella normale trattativa”. Quagliarella non ha potuto presentare la sua barca; non è riduttivo nei confronti del calciatore? “Se ha ceduto i diritti rientra tutto nel contratto che chiaramente sarà valso al giocatore una monetizzazione”. Contratti che arrivano dal mondo cinematografico dove tra backstage, presentazioni e campagne pubblicitarie, il produttore raggiunge un accordo per l’utilizzazione extra-film di tutto ciò che è ad esso direttamente collegato. “Sì, sono accordi che non nascono nel calcio anche perché non credo onestamente che il Napoli sia l’unica società a praticarli”.

ilnapolista © riproduzione riservata