Denis lo terrei
come alternativa a Pazzini

Ieri, girando sul web, mi sono imbattuto in queste dichiarazioni di Leo Rodriguez, agente del Tanque Denis: “L’incontro con Bigon è andato bene, abbiamo avuto un dialogo tranquillo, niente di speciale. Se Denis resta a Napoli? Non sono ancora in condizione di dirlo perché il calciomercato non è iniziato, posso però dire che il club è contento di Denis e lui sta bene in azzurro. Con Bigon si è trattato di un incontro in cui abbiamo parlato non solo di Denis ma anche di altre cose che riguardano il mercato sudamericano. Diciamo che è stato un incontro positivo”. E mi chiedo, si, è vero Denis si sarà anche mangiato un numero enorme di gol, ma il ragazzo ha sempre lottato per la maglia ed è quello che chiedono i tifosi, giusto? E se prendiamo un Pazzini, un Matri, un bomber, insomma, non serve qualcuno che sia pronto a subentrargli che Mazzarri conosce bene? E non è meglio Denis piuttosto che qualche scalcagnato attaccante che viene da non si sa dove? Con tra competizioni il ragazzo sicuramente troverà lo spazio che merita. E sono convinto che da altre parti le cose non è che gli andrebbero poi meglio. Io farei questo discorso al Tanque: “Denìs – accento alla napoletana – che vuoi fare? Noi ti terremmo, pensaci, perché l’erba del vicino non è sempre più verde”. Poi deciderà lui. Ma io, ripeto, lo terrei.
Paolo Carafa

ilnapolista © riproduzione riservata