Aurelio vuoi Balotelli? Almeno chiamalo

Prendo spunto dalle parole di Mino Raiola, il procuratore di Balotelli rilasciate al Mattino.  "Ringrazio De Laurentiis, ma non ho mai avuto il piacere di conoscerlo. Tra l’altro, credo che le trattative non si facciano sui giornali. Poi, se lo fa per una questione pubblicitaria, non lo so. C’è la possibilità che Mario lasci l’Inter? Non commetto lo stesso errore del presidente del Napoli: non sono abituato a fare trattative sui giornali".  Ergo, Caro De Laurentiis lo chiami pure no? Troverà libero. O è un’altra delle sue boutade come Pazzini che pare si stia mettendo un abito nuovo in bianconero. Si è vero Balotelli e da Napoli e qui starebbe bene, ma occorrono soldi, volontà (reale) e soprattutto meno annunci e più fatti. Non si è mai visto un presidente che dà le sue preferenze in Tv e poi, puntualmente, fa l’esatto contrario. E inutile illudere il popolo partenopeo. Tanto lo sa anche lei che le trattative non si fanno via etere e poi mai scherazare co il buon Raiola che è uno che non le manda di certo a dire.  I suoi tentativi non mi piacciono e la sensazione, se proprio lo vuole sapere, è quella di dare del fumo negli occhi ai tifosi. Come dire: io li voglio, sono loro che poi hanno rifiutato. No, caro presidente. Il Napoli avrà anche bilanci sani, virtuosi ma non avrà mai fuoriclasse perchè forse lei non li vuole o non se li può permettere. Lo ammetta e non faccia proclami inutili. <strong>Mauro Di Nardo</strong>

ilnapolista © riproduzione riservata