Bruxelles, il Ciuccio che piss

L’avventura del Napoli in Europa inizia a tavola. Se gli Azzurri vanno a mangiare al ristorante “Europa” di Pozzuoli, noi Azzurri di Bruxelles festeggiamo il Napoli in Europa con la 1° cena sociale del Ssc Napoli Club Bruxelles. Appuntamento infrasettimanale, con annesso ritardo dei soliti noti, giusto per non perdere le buone abitudini partenopee ed i 5 gradi offerti da una Bruxelles primaverile. Formazione partecipante: i componenti dello “zoccolo duro”, ossia gli irriducibili, e qualche riserva; tutto ciò per un ammontare di 11 persone tonde tonde. Il campo, ovviamente, un delizioso ristorante italiano con tanto di tifoseria, rivelatasi amica, ma soprattutto utile nell’immortalare preziosi momenti della serata.
Ore 20:45 tutto pronto: palla a centro, il clima è altamente cordiale.
Il nostro caro amico chef ci propone una serie variegata di antipasti e numerosi primi tra cui il ribattezzato e famigerato “risotto ai frutti di bosco”. Da bere un corposo e purpureo vino rosso, dalle vive proprietà organolettiche tali da suscitare numerose discussioni, più o meno serie.
Nel corso dello svolgimento della cena sono stati messi numerosi punti all’ordine del giorno.
Sono state eviscerate importanti questioni riguardanti l’assetto societario, il quale necessitava di un assoluto arricchimento, e a mio parere di uno svecchiamento e dell’introduzione delle quote rosa; è stato ridisegnato l’organigramma aziendale, con conferimento di alte cariche di tesoreria e pubbliche relazioni; sono state stabilite nuove “regole di ingaggio” da parte degli amministratori. I partecipanti al sito hanno l’obbligo di avere una foto rappresentativa – ossia una profile picture di Facebook – chiara e visibile, ritraente la persona medesima, e l’obbligo, qualora si entri in sede – saletta RISERVATA al Fat Boys – di fare outing e rivelarsi a tutti i presenti (con particolare riverenza ad Antonio, il quale è molto suscettibile al rispetto dei ruoli). A tal proposito, si è a lungo discusso sull’identità, e sulla presenza, di alcuni tifosi, per l’appunto, “poco noti”. Da un’elaborata analisi di Open sources è emersa una costante, prolifera e molto apprezzata attività sulla pagina Facebook da parte di questi ultimi, ma nessuno è mai (o quasi) stato avvistato in carne ed ossa dagli addetti ai lavori, i quali si stanno interrogando ancora sulla loro reale esistenza. A tutti loro un messaggio: siete i benvenuti, NO ai tifosi “occasionali”<a href="#sdfootnote1sym"><sup>1</sup></a>!!!
Per tenere sempre alte in vita le tradizione partenopee, si è fatto divieto assoluto di ingresso alle “ciucciuettole” ossia gufi malefici, dalle oscure qualità malevole, e che per dirla tutta portano proprio sfiga alla nostra amata squadra. In ogni caso, qualora dovesse accadere che qualcuno di questi, camuffandosi, riuscisse ad avere accesso alla saletta, la D.G. mette a disposizione chili e chili di sale (magari non proprio 27 come vuole la leggenda, e gentilmente offerti dal brizzolato!!!) da poter lanciare contro o ‘Maluocchie.
La direzione generale ha inoltre indetto un bando di concorso, il cui oggetto è: “Logo Creation” ossia, la creazione di un logo la cui essenza sia il connubio della nostra città natia con Bruxelles. Viste e vagliate numerose proposte (per le quali iniziava a farsi valere il motto “in vino veritas”), la più plausibile è sembrata “Il Ciuccio che Piss”. Ovviamente ci rimettiamo alla fantasia del creatore per avere una reale percezione di tale immagine.
Si è avvertita, poi, soprattutto la reale cooperazione allo sviluppo e alla crescita del gruppo. Tale progetto di development prevede il passaggio da “gruppo Fan Club” a Club ufficiale della SSC Napoli, con tanto di tessere identificative numerate (per la gioia di qualcuno).
E’ stata, inoltre, ridisegnata l’agenda, con tanto di nuovi appuntamenti, in vista del calendario europeo che terrà impegnati gli Azzurri. Ci auguriamo vivamente di poter assistere a partite quali Anderlecht- Napoli o Brugges- Napoli.
Il campionato sta volgendo al termine, e soltanto due giornate ci separano dalla fine, ma gli eventi del Napoli Fan Club di Bruxelles non cesseranno di certo con esso. In programmazione immediata, per l’ultima di campionato, c’è una sorpresa in arrivo…quindi tenetevi aggiornati, e consultate spesso la pagina, che comincerà ad essere molto più interattiva.
Tirando le somme, ma soprattutto tenendo ben a mente il capitale gelosamente custodito dal nostro tesoriere, è stata una serata riuscita alla grande, dove sono nati grandi progetti, gradi spunti e grandi iniziative da parte di chi cerca di ricostruirsi un angolino di San Paolo e portare avanti passioni come quelle di curva, la curva “B”, dove per una sera la “B” maiuscola è stata la “B” di Bruxelles .
<strong>Giuliana Scamardella</strong>

<a href="#sdfootnote1anc">1</a>Tifoso occasionale inteso come da Vocabolario di “Curva”: colui che si riscopre tifoso solo in determinate occasioni e se ne dimentica per il resto dell’anno o quando le cose vanno male…

ilnapolista © riproduzione riservata