Tre fanculo all’arbitro?
Tre giornate di stop

E’ finita così, con Camoranesi graziato per una gomitata in faccia al cagliaritano Conti e tre giornate a Quagliarella. Un’enormità, secondo noi (il Napoli presenterà ricorso). L’attaccante ha sbagliato, e su questo non ci piove. Ne è nato anche un interessante dibattito su questo sito. Ma tre giornate per proteste non le ricordavamo da tempo. Non vogliamo fare i vittimisti (costume che non ci appartiene), ma per casi più gravi o simili (vedi i vaffa  tottiani all’arbitro Rizzoli, tanto per fare un esempio) non sono stati adottati provvedimenti così pesanti. Anzi.  Un insulto è sempre un insulto (non sappiamo con precisione cosa abbia detto l’attaccante stabiese, pare che gli abbia rifilato tre “fanculo” e un “sei vergognoso”) eppure tre giornate continuano a sembrarci tante. A meno che la linea Quagliarella, da adesso, non venga adottata ogni settimana.
Così non pare, visto che la gomitata di Camoranesi a Conti in Juve-Cagliari non è stata sanzionata, nonostante la prova Tv. Anzi, l’arbitro interpellato dal Giudice sportivo ha definito: “un normale contatto di giuoco quello avvenuto tra i due calciatori e null’altro”.  Insomma, a volte le parole fanno più male di un gesto violento. E’ molto probabile che il giudice sportivo sia un estimatore di Carlo Levi.
Tornando alla storia degli insulti, q
uattro vaffa detti in faccia all’arbitro Rizzoli lo scorso anno durante Roma e Udinese “costarono”, è il caso di dirlo, soltanto mille euro a Francesco Totti. E che il capitano avesse sbagliato lo ammise lui stesso con una pubblica lettera di scuse: “Mi sento di scusarmi pubblicamente nei confronti di Rizzoli. Ho sbagliato”. E il rosso diretto per il “Fuck you” di Maicon  rivolto tre volte al guardalinee nella sfida dell’Inter con il Bologna? Solo due giornate. E’ vero che il giocatore interista non era in diffida, ma è pur vero che tre giornate sono davvero tante. Graziato invece Mazzarri: 5.000 euro di ammenda e panchina “salva” contro il Bari.

ilnapolista © riproduzione riservata