Napoli club Genova, il bar di tutti

Il club più intercalcistitico d’Italia che c’è? Nessun dubbio:  il Napoli Club Genova. Nasce dalla passione per il calcio, per il Napoli, ma sopratutto per Diego Armando Maradona. Nasce grazie a due napoletani doc come Giuseppe Antuoni e Oreste Manzi che, aiutati da me per la gestione informatica, trasformano il Bar Flambè nel primo Napoli Club genovese. Trecento iscritti, ma non vi aspettate che siano tutti napoletani doc. Giuseppe, il titolare del bar, ogni giorno aggiunge qualche immagine del Napoli o di Diego, magliette appese ovunque. Di contro si trova appeso alla saracinesca del bar, prima dell’orario di apertura, la pagina del giornale quando il Napoli ha perso. La sua vendetta? A pranzo niente mozzarella di bufala ai doriani o al tifoso della squadra che ha battuto il napoli , oppure , caffe’ servito in tazza prettamente azzurra. Il bello, infatti,  è che non sono solo napoletani, ma anche genoani, doriani, milanisti, interisti, catanesi, fiorentini, insomma una marea di tifosi che ogni giorno contribuiscono a fare del napoliclubgenova una vera realtà. La consacrazione del club è avvenuta dopo che Diego Milito è venuto a festeggiare il compleanno di Maradona, cosa che tutti gli anni avviene, con una marea di gente. Il gemellaggio? Ogni volta e’ una festa, un iter ormai collaudato: appuntamento davanti al club con i tifosi napoletani che arrivano da tutte le parti, certi appartenti ai club del nord come Torino o Spezia, oppure semplici tifosi del napoli che vivono a Genova, poi tutti insieme grande sfilata fino allo stadio con cori e bandiere festanti. Sampdoria-Napoli intanto comincia già a scaldare gli animi. La mattina a colazione i sorrisi sono tesi la voglia di arrivare a giochi finiti all’ultima partita e’ tanta, soprattutto per i doriani, stiamo anche pensando di vederla tutti insieme al club, napoletani e doriani insieme, viva il calcio.

Massimiliano Guida

ilnapolista © riproduzione riservata