Mazzarri distribuisce
il foglio antientusiasmo

Un foglietto gira nella sala conferenze di Castelvolturno e i giornalisti si incuriosiscono. Non è la formazione per la gara di domani. Anzi, quella è più scontata del risultato. Forse. Ma su quel foglietto è ben evidenziata la serie positiva del Parma: sette risultati utili di fila e 13 punti conquistati. Firmato Walter Mazzarri. Come dire: “Io del Parma non mi fido”. Ed infatti il buon tecnico toscano snocciola i pregi degli emiliani: “Hanno dei valori importanti. Crespo, Biabiany, Bojinov sono bravi. Non dimentichiamolo. Il nostro campionato è molto livellato. A volte, è meglio affrontare le blasonate che formazioni come queste quando sono al massimo della forma. Conosco Guidolin, ho anche collaborato con lui, è un bravo allenatore”.  Giocando in anticipo, il Napoli potrebbe trovarsi per una notte al quarto posto. Una notte in Champions. “Non ci penso – ha aggiunto Mazzarri – e non riesco a fissare una quota per il quarto posto. Il record di Boskov di 51 punti?  Superiamolo e poi ne riparliamo. Non mi va di affrontare questo discorso”.  Zuniga a destra e Aronica a sinistra, la formazione anti-Parma sembra ormai fatta: “Parlerò con Aronica, l’ho visto bene in settimana e potrebbe tornare titolare. Altrimenti ho altre soluzioni, anche Campagnaro è stato protagonista sulla corsia sinistra. Vedremo. Ripeto, domani non conta: festeggeremo solo all’ultimo minuto dell’ultima giornata: sarebbe un sogno, ma l’Europa League è già tanto per come siamo partiti”. Capito Donadoni?

ilnapolista © riproduzione riservata