Lavezzi, infortunio e paura ma col Chievo ci sarà

Lo abbiamo visto tutti, a casa come allo stadio. Quell’allungo per conquistare un pallone. E il calcio d’angolo conseguente. Abbiamo trattenuto il respiro. Il Pocho si tocca la coscia sinistra e lascia ad Hamsik la battuta dell’angolo. Uno, due, tre scatti e ancora a toccarsi la coscia sinistra. “Aspetta, aspetta a sostituirmi” diceva a Mazzarri dal campo. E Bogliacino andava su e giù per scaldarsi. Poi Lavezzi ha perso uno, due, tre palloni e Mazzarri non ci ha pensato più: sostituzione. Maglietta in viso per asciugarsi il volto (e qualche lacrima?). Alla vigilia del mondiale non si può: due infortuni muscolari in poco più di qualche mese. Testa bassa e dritto sotto la doccia senza nemmeno salutare il pubblico acclamante. Poi è rientrato tra il primo ed il secondo tempo un po’ più baldanzoso. Nel ventre degli spogliatoi  Alfonso De Nicola, medico del Napoli, ha rassicurato tutti: “Contrattura al muscolo semitendinoso della coscia sinistra. Appena sentito il dolore, abbiamo preferito non rischiarlo.  A Chievo dovrebbe esserci. Tra martedì e mercoledì un’ecografia farà luce su tutto”.

ilnapolista © riproduzione riservata