Amauri paga la mora
al manager napoletano

Brutte notizie per  Amauri. L’attaccante della Juve è stato condannato dal Collegio Arbitrale degli Agenti Figc a versare 40mila euro di spese agli arbitri e diecimila all’ex agente, il napoletano Mariano Grimaldi, per avergli versato in ritardo la rata di 415mila euro dovuta quale provvigione sulla corrente stagione di contratto con la Juventus. La rata scadeva l’1 novembre e Amauri l’ha pagata il 5 febbraio. La prossima scade il 30 ottobre. Per Amauri il rischio potrebbe essere quello di vedersi ‘pignorato’ lo stipendio come arma di ‘tutela’ degli interessi di Grimaldi, il quale riceverebbe dunque i soldi direttamente dalla Juventus, cinquecentomila euro per ogni anno di contratto. Situazione analoga sta coinvolgendo il centrocampista appena arrivato al Bologna, Stephen Appiah. E’ proprio vero che chi trova un amico trova un tesoro. Amauri fu scoperto da Mariano Grimaldi dopo aver partecipato nel 2000 ad un torneo di Viareggio con i brasiliani del Santa Caterina. L’agente lo portò prima al Napoli che fu costretto a cederlo nel 2001 per i problemi finanziari della società. Poi Parma, Palermo e Juventus, alla vigilia del cui trasferimento i due si sono detti addio. Ma in occasione del recente match del San Paolo, colloquio fitto di dieci minuti in sala stampa sotto gli occhi dei giornalisti. Probabile che parlassero delle pendenze arretrate.

ilnapolista © riproduzione riservata