Giuffredi, agente Hysaj: «Insigne rinnova, Mertens andrà via, Conti pronto per una big»

Il procuratore di Hysaj dice che l’albanese sarà della partita. E poi parla di qualsiasi cosa, da Sarri e la Panchina d’Oro fino a Napoli-Juventus.

Giuffredi, agente Hysaj: «Insigne rinnova, Mertens andrà via, Conti pronto per una big»

L’intervista a Tmw Radio

Fermi tutti, fermate il mercato. Qualsiasi cosa pensiate, o qualsiasi sia la verità, ecco Mario Giuffredi. Il procuratore di Hysaj, infatti, ne sa una più del diavolo. Anzi, sa già tutto con un certo anticipo. Non solo riguardo i suoi assistiti, ma su tutto lo scibile umano del calciomercato. Lo dimostra in un intervento in diretta a Tmw Radio.

Si comincia da Hysaj, calciatore di cui gestisce la procura: «Sarà della partita». Bene così. Poi vai con Mertens e Insigne: «Il belga andrà via, Insigne invece resterà a Napoli. Merita il rinnovo, come calciatore e come professionista». Sepe, altro suo calciatore: «A giugno andrà via, per recuperare altrove la regolarità di utilizzo di Empoli». Grassi: «Ha dimostrato di essere tornato il Grassi della scorsa stagione, anche grazie a Gasperini. Dopo gli Europei tornerà alla base e poi capiremo cosa fare. Credo abbia bisogno di un ulteriore step prima di tornare a Napoli».

Conti, Napoli-Juve e Sarri

Andrea Conti, terzino dell’Atalanta: «Deve finire questo campionato e poi affronterà l’Europeo Under 21. Nelle nostre strategie non c’è quella di essere venduto e restare in prestito all’Atalanta. Lui è pronto e sono sicuro che andrà in una squadra importante, ma è ancora prematuro parlare di squadre interessate. All’Atalanta sono molto bravi a formare giovani, in pochi credono nei talenti come questa società. Mi sembra anche giusto che adesso raccolgano i frutti del proprio lavoro, anche dal punto di vista economico».

E poi, giusto per non farci mancare nulla, un passaggio su Napoli-Juventus e su Sarri: «Match molto sentito per i napoletani, molto più che quello col Real Madrid. Ci si gioca una stagione. Il tecnico del Napoli non ha bisogno di vincere la panchina d’oro. In tutte le partite sa dare le giuste motivazioni. È un allenatore che viene dalla  gavetta e sa che deve fare sempre tutto al massimo». Perfetto. Ora sappiamo tutto.

Alfonso Fasano ilnapolista © riproduzione riservata
TERMINI E CONDIZIONI
  • Il Boemo

    Penso sia il più insopportabile dei procuratori dopo Raiola.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per la pubblicità e alcuni servizi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cliccando su “Accetto”, scollando o cliccando qualunque elemento di questa pagina acconsenti all’uso dei cookie.