I due casi (e mezzo) del mercato interno: Ghoulam, Mertens e Insigne

Il mercato del Napoli riguarda soprattutto i contratti da ridiscutere: per la Gazzetta dello Sport, il rinnovo di Insigne è possibile. Difficili quelli di Mertens e Ghoulam.

I due casi (e mezzo) del mercato interno: Ghoulam, Mertens e Insigne
Ghoulam (foto Cuomo)

Le indiscrezioni della Gazzetta

Il mercato del Napoli, almeno quello raccontato dai giornali di questa mattina, vive soprattutto di dinamiche interne. Nel senso: rinnovi di contratto complicati, adeguamenti di stipendio, possibilità di addio a giugno. Più o meno,  sempre la stessa storia. Che si sta risolvendo bene per Insigne, secondo la Gazzetta dello Sport: Il talento di Frattamaggiore guadagnerà circa 3 milioni di euro l’anno, una cifra che sembra davvero poterlo convincere a sposare il progetto azzurro. La richiesta iniziale, formulata a Dimaro, era di cinque milioni per stagione. Fu rispedita al mittente. Ora, il rinnovo fino al 2021 prevederà la base fissa più una serie di bonus legati al rendimento.

Più complicati, invece, i casi Ghoulam e Mertens. Entrambi i calciatori vogliono un riconoscimento maggiore in quanto a ingaggio. Al terzino algerino  sarebbero stati offerti due milioni l’anno, solo che la corte del Psg lo renderebbe più propenso a un (ben remunerato) addio; stessa situazione per il belga, che ha tutta l’intenzione di capitalizzare la splendida stagione anche a livello economico. Secondo la Gazzetta, ci sarebbero interessamenti dalla Cina e dall’Inter. Due opzioni che, eventualmente, gli garantirebbero una cifra maggiore rispetto ai 2,5 milioni offerti dal Napoli. Secondo quanto si apprende dalla stampa belga, però, Mertens sarebbe restio a unirsi ai nerazzurri. La sua priorità di mercato resta trovare un accordo soddisfacente con il Napoli. Anche se, a certe cifre, non sarà facile.

Napolista ilnapolista © riproduzione riservata
TERMINI E CONDIZIONI
  • Alfonso De Vito

    Mertens rischia di diventare unaltro caso zuniga (speriamo non sul piano tecnico..): non hanno voluto chiudere subito a 3 milioni e finisce che gliene daranno 4,5/5 se continua a segnare cosi e diventa capocannoniere. Il vero rischio secondo me non è l’inter e per ora nemmeno la Cina ma la Premier. Il goal e il palo al Real, insieme ai numeri di questa stagione, hanno sicuramente risvegliato l’interesse di qualche grande squadra inglese per un giocatore che l’anno prossimo è in scadenza. E questo è molto più pericoloso, perchè se Dries può avere qualche remora a fare il percorso di Higuain tradendo il Napoli per qualche altra italiana o se la Cina rappresenta ancora una tomba d’oro calcisticamente parlando, la premier tiene insieme soldi e fascino sportivo

    • Marazola

      il pericolo dove sta per un giocatore che é stato pagato 10 mln di euro, sta avendo la prima annata straordinaria della carriera a 29 anni e se venduto subito ne puo portare 30-40 in cassa? tranquillo che ne arriva uno piu forte di lui se va via

      • Rosario

        se veramente ci danno 30 milioni lo portiamo in braccio…

        • Marazola

          guarda che si parla di 35 40 milioni di euro, per un ottimo giocatore di 29 anni, il napoli vive su questo, il sostituto? prendi lacazette per il quale vogliono 40 mln ma ha 25 anni.. e guadagna 4 mln l anno cioe quello che vuole mertens.. oppure prendi suso che per me é fortissimo e vuole fare la champions

          • Raffaele Sannino

            Lacazette?Quelli del Lione(chissà perché) ci snobbano.

          • Rosario

            Magari, ma se pensi che Dela prenda Lacazette dopo Mertens ti sbagli profondamente… giá troppo affermato e costoso, e poi con il Lione non si quaglia mai..
            Comunque, bella suggestione

          • Marazola

            Hai ragione non arriverà mai Suso sarebbe ottimo

      • Alfonso De Vito

        con questa mentalità non avremo mai una squadra vincente.. perchè il napoli non è il real o il psg che pu’ pagare stipendi di alta fascia europea (dai 5-6 milioni in su). Quindi deve pescare top player prima che lo diventino. Statisticamente è difficile azzeccarci sempre. Ergo quando ce li hai, se vuoi vincere, cerchi di tenerteli e di crescere con loro

  • drnice

    sono contratti che andavano già chiusi per tempo. ogni settimana in più di tentennamento la considero come la presa d’atto della società a non voler mantenere questi giocatori. fortunatamente lo scoop è della “petalino dello sport” e quindi va presa con le pinze. sterili possibilmente.

  • SirCharles#34

    Mertens a 30 anni può tranquillamente essere ceduto. Il Napoli i calciatori li fa, non li mette in pensione.

  • Raffaele Sannino

    Se la cessione dei due porterà 50 milioni,potranno essere sostituiti più che degnamente.Senza contare che ,al loro posto, abbiamo già calciatori affidabili (Strinic e Milik)

  • Antonio Baiano

    Salvate il soldato Mertens… 🙂

  • Diego della Vega

    Ghoulam e Mertens andranno via. Insigne resta.

    • Rosario

      Sí, ma speriamo che non ci ammorbino con questa storia per i prossimi 4 mesi (e che Ciruzzo continui a segnare quanto basta…)

      • Diego della Vega

        Il rischio c’è. Del resto i giornali con un campionato noioso e scontato come questo non sanno di che parlare.

  • Eduardo

    Abbiamo lenadrinho al posto di MERTENS nessun problema………noi più di tanto non possiamo dargli se si accontenta bene altrimenti avanti il prossimo 😂😂😂

  • Marazola

    quanto sarebbe bello se il napoli avesse giá rinnovato da MOLTO TEMPO e stesse solo prendendo in giro i giornali tipo calzetta non dandone l annuncio apposta per poi uscirsene con una bella pernacchia.. scrivono scrivono scrivono ma le loro fonti quali sono?

  • teo

    Sto senza dubbio con De laurentiis: a 30 anni, quanto offerto è più che sufficiente. se vuole il vitalizio per sé e per i propri figli e nipoti come gli hanno proposto i cinesi, può benissimo andare lì; altrimenti c’è l’altenativa premier, se non altro per la prospettiva di vincere lì qualcosa tipo campionato o coppa nazionale (un po’ più difficile a livello europeo)
    Per quanto riguarda noi tifosi, ormai il fatto di aver dovuto rinunciare a gente lì per lì considerata insostituibile come Lavezzi, Cavani ed Higuain e cionostante si sia sempre riusciti a piazzarci in zona podio in campionato (anzi, fu proprio Higuain a relegarci al quinto posto in campionato “grazie” al rigore sbagliato con la Lazio e a negarci la finale di Europa League), dovrebbe finalmente averci insegnato che nessuno è davvero insostituibile: chi vuole DAVVERO e con convinzione restare qui avrà tutto il nostro sostegno, chi comincia a piantare grane e a mostrare di volersene andare se ne DEVE andare.

  • road77

    A trenta anni e ultimo contratto buono in carriera merita di guadagnare almeno quanto Insigne. Oltre non è nelle nostre possibilità…

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per la pubblicità e alcuni servizi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cliccando su “Accetto”, scollando o cliccando qualunque elemento di questa pagina acconsenti all’uso dei cookie.