Diawara up, Koulibaly down: come esce (davvero) la rosa del Napoli dal Bernabeu

Analisi a freddo delle prestazioni di Real Madrid-Napoli: Kalidou (e Zielinski) non sono stati all’altezza di se stesso, gli altri sono sufficienti. Spicca Diawara.

Diawara up, Koulibaly down: come esce (davvero) la rosa del Napoli dal Bernabeu

Al di là delle pagelle

Ci sono due modi di valutare soggettivamente un calciatore rispetto a una singola partita. Due tipi di pagelle: quelle legate all’evento e quelle relative a tutta una serie di dinamiche esterne. Aspettative, valutazioni, hype rispetto a un determinato calciatore, che poi sarebbe il sinonimo di oggi rispetto al termine “attesa”. In senso per forza positivo, si capisce.  Del primo tipo di giudizi, rispetto al match del Bernabeu, si sono già occupati Fabrizio d’Esposito e Ilaria Puglia nell’immediato postpartita. Di quegli altri ci occupiamo adesso, a freddo. Senza la concitazione del postpartita, valutando tutte le possibili variabili che possono essere coinvolte. Come gli avversari diretti in campo, ad esempio. Che, lo ricordiamo, sono i campioni d’Europa e del mondo in carica.

Chi scende

Per questo, ad esempio, non ci sentiamo di crocifiggere più di tanto Hysaj e Ghoulam. Ma di loro, dei “buoni” o dei sufficienti, parleremo dopo. Ora, parliamo di chi ha disputato una partita davvero al di sotto delle attese, o si potrebbe dire molto al di sotto delle attese. Perché lontana dai suoi standard, quindi dalle sue possibilità. Parliamo, in primis, di Kalidou Koulibaly e Piotr Zielinski. Che, seppure con età diverse, rappresentavano la “miglior proposta” giovanile di difesa e centrocampo azzurri.

Kouilbaly

Ebbene: Kalidou è apparso svagato, assente, fuori fase. E in questo giudizio la sola scivolata un po’ anticipata su Cristiano Ronaldo, in occasione del gol di Kroos, c’entra in maniera marginale. È una parte di quel tutto, che comprende la lettura errata del cross di Carvajal e il pallone giocato in maniera avventata in occasione del terzo gol di Casemiro. Errori tecnici, ma anche di concetto. Nel senso, e così spieghiamo il nostro giudizio severo: contro la Roma, a ottobre, il gol di Dzeko nasce da un disimpegno errato del francosenegalese. Un po’, anche se l’azione è proseguita, come per la botta al volo del brasiliano.

Ecco, se fosse avvenuto solo questo, nulla da dire. Errore che ci può stare, che è contemplabile se giochi in una squadra che fa dell’uscita della palla la sua religione quasi monoteistica. Però, se a questo ci metti vicino anche valutazioni sbagliate su azioni difensive come la copertura di un cross o la scivolata anticipata (ora sì) su CR7, la cosa diventa complessa perché complessiva. E lo diventa ancora di più se per il resto della partita, alcuni di questi errori (soprattutto quelli in possesso) si moltiplicano.

Come dire: Koulibaly è mancato, contro Cristiano Ronaldo – quindi alziamo un po’ le mani – ma è mancato. Ed è mancato anche e soprattutto in relazione alla sua valutazione comune, a quello che avrebbe potuto dare in base alle sue straripanti doti fisiche e tecniche. Merito degli avversari – da mostrare nelle scuole calcio il pressing del Madrid -, ma anche un ridimensionamento momentaneo di quei 60-70 milioni che si sbandierano in giro per una sua cessione futura ed eventuale. Ecco, un difensore che gioca così al Bernabeu non ha confermato con il rendimento il cartellino con il prezzo. Non è stato all’altezza di se stesso.

Zielinski

Stessa cosa, o giù di lì, per Piotr Zielinski. La sua è (era?) una (super?) valutazione dovuta allo splendido stato di forma. Cioè, nel senso: sappiamo tutti che Zielinski è un gran bel calciatore, un centrocampista potenzialmente da Premier League (per qualità assoluta o caratteristiche). Spesso abbiamo scritto dell’incredulità su un talento di questa portata internazionale a Napoli e non al Chelsea o al Manchester City. A questo, negli ultimi tempi, Piotr ha aggiunto un rendimento straordinario. Gol, assist, giocate che spaccano e/o aggiustano la partita. Progressioni, recuperi palla, anticipi sugli avversari.

Tutta roba che, al Bernabeu, non si è vista. Stesso discorso per Koulì: di fronte c’erano Modric e Kroos. Più Casemiro. Che – l’abbiamo scoperto – non è proprio un fesso. Proprio in relazione all’hype assoluto rispetto al polacco ex Empoli, però, era lecito aspettarsi e sperare in qualcosa di più. In qualcosa di meglio. Tanto da “costringere” Sarri a una sostituzione che, di solito, avviene in senso conservativo e non quando sei sotto per 3-1: Allan per il polacco. Pure Zielinski, al di là di valutazioni di prezzo, esce ridimensionato rispetto a se stesso. Dispiace, ovviamente, ma è così.

Chi sale

Non possiamo puntare il dito contro qualcuno in particolare. Nel senso: a parte Koulibaly e Zielinski, i veri “flop” rispetto alle attese, non ci sentiamo di dire che Hamsik – ad esempio – abbia offerto un contributo così negativo. Nel giudizio complessivo di una partita giocata dal Napoli in maniera diversa dal solito, per inesperienza e gran forza (e preparazione) degli avversari, lo slovacco ha comunque offerto l’assist decisivo a Insigne. È stato comunque presente nella fase di costruzione del gioco. Non è stato decisivo perché la squadra non ha saputo/potuto creare determinati presupposti offensivi. Idem dicasi per l’attacco. E la stessa cosa vale per i terzini Hysaj e Ghoulam, che si sono scontrati – ricordiamolo – con coppie come Ronaldo-Marcelo e Carvajal-James Rodriguex. Il meglio del calcio europeo, in assoluto.

Quindi, come dire: per tutti gli altri, sufficienza stentata. Poi, c’è Diawara. Che è la nota lieta, lietissima, di una serata storta – nel risultato, ma ne siamo proprio sicuri? – e con tantissimo veleno nella coda. Amadou è parso pienamente a suo agio. Ha sbagliato alcuni controlli, alcuni palloni, alcune letture. Lo sappiamo, lo sapete, l’abbiamo visto. Eppure, ecco la differenza con Koulibaly, ha dimostrato che il giudizio assoluto su Amadou Diawara è valido. Se non riduttivo. I parametri da cui si parte per giudicare un 19enne alla quarta partita internazionale sono stati abbondantemente doppiati e ridoppiati. Per personalità, per qualità, per adattamento al contesto escenico e di gioco. L’azione maledetta, quella del tiro di Mertens a dieci centimetri dal 3-2, nasce da uno splendido lancio di Amadou. Al Bernabeu, un ex Bologna guineano di 19 anni. Difficile chiedere di più, o di meglio.

(E Insigne…)

Sì, poi c’è Insigne. Che ha segnato, davvero un gran gol. Ci ha fatto esultare, urlare, piangere di gioia. Lorenzo ha confermato così, con un lampo del suo genio, la sua ormai raggiunta dimensione internazionale. Che è una statura internazionale, ormai riconosciuta. Si può dire. Come, però, si può dire che anche lui sia rientrato nei ranghi di una prestazione “normale” dopo il gol. Che è una per la che sposta il giudizio, lo rende dolce anche se la complessità non è troppo diversa da quella dei compagni. Ma è un gol al Bernabeu. Vale tanto, tantissimo. A questa legge dobbiamo piegarci.

In chiusura, qualora non si fosse capito, chiariamo che si è parlato in relazione alla singola partita. Riferendosi a un contesto narrativo più ampio, ma considerando solo i 90′ di gioco del Bernabeu. Forse, Kalidou e Piotr sono stati considerati i “peggiori” proprio perché da loro ci si aspetta sempre il massimo, il meglio possibile. Perché sono forti, forti davvero. Come tutto il Napoli, che ha perso senza rompersi le ossa. Anche se qualcuno sembra non averlo ancora capito.

Alfonso Fasano ilnapolista © riproduzione riservata
TERMINI E CONDIZIONI
  • Vincenzo D’Agostino

    Avete ricordato la “cappellata” di Kou con la Roma. Per me quest’anno ne sono parecchie in più. Le elenco a memoria, almeno secondo me.
    1. I due gol a Pescara; il primo si alza x il fuorigioco quando, con Albiol fuori posizione, chiama il fuorigioco che non tocca al lui chiamare; sul secondo esce a centrocampo, lasciandosi poi anticipare dal suo avversario, lasciando sguarnita la difesa (con Giorginho che non lo copre : colpa divisa in due); 2. Atalanta; salta fuori tempo perchè fuori posizione, come spesso gli capita:
    3.Roma;
    4.Lazio, esce su Parolo, vedi Pescara, lasciando sguarnita la difesa + papera di Reina (colpa divisa in due);
    5. Crotone, rivedetevi il gol di Rosi e vedete Kou che fa;
    6. Juve, sulla palla messa in mezzo da Higuain è, come al solito, fuori posizione e non prende la palla di testa, con l’aggiunta assassina di Allan che non segue Higuain;
    7. Real, dove, non reggendosi in piedi, ne ha combinate di cotte di crude (escluso sul primo gol, almeno credo li la posizione l’abbia persa Hysay).

    Tema Hysay. Giocatore modesto che lo scorso anno abbiamo fatto diventare un fenomeno. Quest’anno disastroso. Nelle ultime partite ha fatto tre volte lo stesso errore.
    Milano (traversa di Pasalic), Palermo (gol), Real (gol) : cross da sinistra e lui perde l’uomo.

    Domanda : ma ste cose le vedo solo io?

    • Rosario

      No. Le vedo anche io. E anche se per me Sarri resta un grande, viste le condizioni di Kouly mi chiedo perché non abbia fatto giocare un altro dei tre centrali…
      Su Hysay, concordo.,.. quest’anno é inguardabile, chissá se l’agente chiederá un adeguamento del contratto al ribasso

      • Vincenzo D’Agostino

        Su Hysay sto andando “al manicomio” da Agosto. Ha iniziato con Niang, II partita di campionato. Secondo me, oltre a non esserci con la testa, ora è anche stanchissimo. Le ha giocate quasi tutte.Eppure Sarri, imperterrito, continua a farlo giocare. Possibile che Maggio non possa giocare nemmeno le partite più modest?. E se cosi fosse perchè Sarri non ha studiato un’altra soluzione?

        • nith

          Su Hysaj condivido. Una stagione disastrosa. Non sa attaccare, quindi è un terzino difensivo. Ma quest’anno anche difensivamente è stato un disastro. Tralasciando l’aspetto atletico, troppi errori di marcatura e di posizione.

          • Diego della Vega

            Esatto

        • Diego della Vega

          Sugli esterni siamo scoperti. Si sapeva dall’inizio. E l’abbiamo pagata spesso quest’anno. Ghoulam non sa fare le diagonali difensive e Hisay è in involuzione pazzesca. Guarda caso tutti e due alla ricerca di ricchi ritocchi dell’ingaggio

          • Eduardo

            A sx siamo coperti,…..STRINIC e GHOULAM
            A destra come dice il presidente si può anche sperimentare; si potrebbe provare con KOULIBALY terzino destro o anche TONELLI come terzino più marcatore tipo BRUSCOLOTTI, non adattissimo alla fase offensiva ma che almeno in difesa darebbe una grossa mano invece di quell al pippa di HISAY.
            Io dico vedi che hai problemi in difesa cambia qualcosa sperimenta ma,invece il misterrrrrr e ciuccio

          • Diego della Vega

            Capisco che Sarri dovrebbe consultarti per farsi spiegare il gioco del calcio, ma forse ti sfugge che il Napoli gioca con il 4-3-3 con due difensori esterni che spesso accompagnano il gioco offensivo e che devono avere gamba e tecnica per fare tutta la fascia.

        • Il Boemo

          Ma Maksimovic può giocare tranquillamente esterno, ma quello è fissato che vuoi fare.

          • Diego della Vega

            Maksimovic ha giocato qualche volta a destra in una difesa a tre ma esterno in una difesa a quattro è un’altra cosa. Devi avere un altro passo.

          • Il Boemo

            Ci si poteva lavorare su. Alla peggio hai un terzino bloccato che difende sicuramente meglio di hysaj e di testa le prende.

      • Antonio Chiacchio

        ca…..o e ne abbiamo di centrali…..

    • Eduardo

      Non posso che condividere tutto
      Tanto più che senza kalidou abbiamo fatto benissimo poi ritorna e quel ciuccio😂😂😂😂😂lo rimette subito in campo.

      • Rosario

        Benissimo?

        • Eduardo

          Cagliari Napoli
          Napoli Torino
          Fiorentina Napoli
          Napoli Sampdoria
          Napoli Pescara
          Milan Napoli
          Napoli palermo

          • Rosario

            Appunto… abbiamo preso gol SEMPRE

          • Eduardo

            Abbiamo,quasi sempre vinto e a parte Firenze e Torino è andata benissimo.
            Con TONELLI in tre partite abbiamo,preso,solo,tre gol……😂😂😂😂

    • Antonio Baiano

      ma va…di errori ne fanno tutti, non solo loro. KK ha fatto eccellenti partite, non dimentichiamolo. Forse non era il caso di schierarlo visto che sembra che abbia ancora il mal d’Africa. E su Hysai mi sembra che state esagerando. Intanto su Benzema c’era Albiol, non lui, quindi cerchiamo di non confondere le cose. Poi definirlo giocatore modesto mi sembra veramente ingeneroso. Non sarà Carvajal , ma nemmeno di basso livello. Anche se, sicuramente, farei giocare di più Maggio (e Strinic).

      • Marazola

        Sul gol l errore è di hysaj non di albiol

        • Vincenzo D’Agostino

          Infatti. Albiol stava dove doveva stare, magari salta male. Ma Hysay era completamente fuori posizione. E, ripeto, è la terza volta in 20 giorni che fa lo stesso errore : Milan Palermo, Real

          • Marazola

            Albiol nn salta memmeno male è preso alle spalle è hysaj che deve aggredire la palla poi a parte questo sta con le gambe sempre posizionate male e perde il primo passo contro tutti gioca come un manovale del calcio grinta a nn finire ma talento poco se vuole andare vada e buttiamoci su vrsaljko che ha piede per crossare e talento

          • Il Boemo

            Vrsaljko non lo prendi più ma finalmente molti han capito che Hysaj è sopravvalutato. Il Napoli lui più ghoulam non se li può permettere.

          • janara69

            Albiol aveva Benzema di spalle?Giusto? Quindi se il Napoli marcava a zona mi sembra corretto dire che l’esterno destro avrebbe avuto la possibilità di reazione. Ciò detto i nostri esterni sono il vero punto debole della difesa.

          • Antonio Baiano

            Cioè secondo voi nonostante fosse Albiol a marcare e magari dover intercettare quel pallone, la colpa é di Hysai? Incredibile!

          • Diego della Vega

            Hisay sono 5 mesi che di mestiere fa il birillo. Lo salto pure io. Penoso.

          • Vincenzo D’Agostino

            Albiol a marcare da solo in mezzo a Benzema e Ronaldo? Ad Albiol può essere rimproverato che se saltava meglio forse lo prendeva quel pallone, ma è l’unico che sta in posizione. Ma, ripeto, salta da solo in mezzo a due……….con Hysay che marca da dietro……e non salta
            Basta rivedere il filmato

        • Antonio Baiano

          Sul gol c’era Albiol a marcare. Ma basta, pur di avere ragione stravolgete la realtà!

          • Marazola

            Pur di aver ragione ne capiamo di calcio…

    • Marazola

      Sono i tre moschettieri ghoulam koulibaly e hysaj quelli che i procuratori e invece ne devono mangiare di pane ….

      • Il Boemo

        Li venderei tutti e tre a peso d’oro.

    • Raffaele Sannino

      Aggiungerei Hamsik,l’unico degno di calcare il Bernabeu.

  • Mauro Garofalo

    A prescindere che la prestazione di tutti i giocatori del Napoli è stata sotto le proprie possibilità, ma come si fa a mettere Kalidou tra i peggiori, Diawara tra i migliori e i due esterni tra i “sufficienti”???
    Per colpa della prestazione ridicola in fase difensiva da parte di Hysai e Goulam, ad un certo punto Albiol e Koulibaly erano costretti a coprire anche contro gli esterni del Real.
    Ma soprattutto frasi come “Amadou è parso pienamente a suo agio” risultano veramente ridicole. penso che al contrario Diawara e Zielinski (probabilmente per l’età) siano stati quelli che più hanno accusato il colpo del Bernabeu.
    Speriamo che alla gara di ritorno il San Paolo li riesca a dare coraggio a tutta la squadra e riuscire a vedere cosa può fare il “vero” Napoli contro il Real Madrid

    • Antonio Chiacchio

      d’accordo con te fino a un certo punto, Hysai e Goulam assurdi, non fermavano manco la nonna di cristiano ronaldo, ma Diawara, secondo me, è stato tra i migliori.

      • Mauro Garofalo

        Non sto dicendo che Diawara sia stato il peggiore in campo, ma qua non si parla di essere o non essere tra i migliori. Qui parliamo di “essere pienamente a suo agio” che è una frase che cozza enormemente con la prestazione. Poi ognuno vede il calcio a modo suo 🙂

  • Eduardo

    Per Sarri ci sono due categorie di giocatori; i titolarissimi Cioè quelli,che anche se fanno cappellate su cappelate giocano sempre e quelli che non gli stanno a genio che al minimo errore vengono spediti anche in tribuna.
    Lui è fatto così; è pieno di tare mentali e di limiti.
    Ora la partita del Napoli a Madrid, a mio parere, è stata dignitosa.
    Sto aspettando ancora di rivederla perché a freddo si possono dare giudizi più veritieri.
    Quindi dicevo partita dignitosa. Poteva andare peggio ma poteva anche andare meglio e tutto sommato la cosa più importante è che Possiamo ancora giocarci un ritorno ricco di significati.

    • Antonio Baiano

      Tonelli non è stato inserito nella lista Champions, ricordati che è rientrato tardissimo dai suoi problemi fisici. Poi definirlo “l’unico con le palle” mi sembra un’assurdità.

      • Eduardo

        TONELLI e il più forte di tutti……un vero,gladiatore

        • nith

          Se non erro, Tonelli è pure infortunato.

          • Eduardo

            Anche da infortunato con lui non avremmo,preso,ne il primo e ne il secondo gol

        • Antonio Baiano

          Eh certo…il più forte di tutti.

        • Diego della Vega

          Tu sei il fratello di Tonelli secondo me 😂

    • Venio Vanni

      Avrebbe potuto contrattualizzare Miceli, Montevino e Montesanto… Loro si che tengono la cazzimma…

  • Paolo Rossi

    Fasano rappresenta sempre il faro nella tempesta, mi piace moltissimo.
    Per quanto riguarda le critiche ai vari calciatori che si leggono nei commenti, tutte legittime per carità però invito a tenere conto che alcuni come hysai ad esempio prendevano 500.000 euro fino a ieri e solo col rinnovo sono arrivati a 1,5 milioni. Se volete calciatori perfetti in fase difensiva e offensiva allora bisogna prendere a riferimento ben altri ingaggi (quello che cercava di far capire Sacchi al ns presidente che invece pensa di essere a livello del real ).

  • Attimo Fuggente

    Ma abbi pazienza.Non ti sei accorto che KK oltre che al centro dove ha preso un sacco di palle alte ha dovuto aiutare per tutta la partita sia a destra che a sinistra? Con Hamsik e Zielinsky che non sanno fare filtro e Callejon e Insigne tenuti alti ? E oltretutto frenato da un’ ammonizione

    • Diego della Vega

      No, Koulibaly fa sempre gli stessi errori tecnici. Fisicamente mostruoso, ma Non legge i momenti della partita. E quando giochi contro i campioni lo devi fare con intelligenza sennò le prendi sistematicamente.

  • Marazola

    L unico rammarico è stato non mettrr Rog Maksimovic e Pavoletti perché gli altri li conoscono già tutti e li ho già quasi venduti sta verrina poteva mettermi in luce gli altri per una bella plusvalenza cit ADL

    • nith

      Che poi gli dovevadire solo grazie per aver schierato Zielinski e Diawara. Il classico allenatore italiano di provincia sarebbe andato sul sicuro schierando Allan-Jorginho. Perdo lo stesso, ma non azzardo con dei giovanissimi.

    • Antonio Baiano

      Tu pensi veramente, ma veramente che con quei tre avremmo fatto di meglio? Ragazzi fatevi un bagno di umiltà…mamma mia che roba, tutti scienziati.

      • Enrico Pessina

        Parafrasava ADL.

      • Marazola

        Azz senso dell umorismo e attenzione nella lettura? Zero… adl la pensa cosi in vetrina gli altri che quelli citati li ho gia messi

        • Antonio Baiano

          Ti chiedo scusa per questo commento, per il resto voi per me avete ormai un pregiudizio nei confronti di Hysai che altera le vostre opinioni.

  • Eduardo

    Se Sarri domenica prossima non cambia almeno sei o sette giocatori vuol dire che è proprio un ciuccio😂😂😂😂😂

    MAGGIO. MAK. ALBIOL. STRINIC

    ALLAN. GIORGINHO. HAMSIK

    ROG. PAVOLETTI. GIACCHERINI

    Be ne ho messi otto freschi. Mica male misterrrrrrrrr😂😂😂😂

  • drnice

    diawara up ??? io oggi gli preferisco jorginho. nel calcio la controprova non c’è, però credo che peggio non avrebbe fatto. prova insufficiente di tutto il centrocampo azzurro.

    • Ci avrei scommesso

    • Cuono Izzo

      tu e il calcio vivete su pianeti distanti anni luce. Diawara ha dimostrato di essere diversi gradini sopra a tutti. Ne riparleremo quando sarà ceduto per una cifra pazzesca

      • drnice

        visto che è così gentile la ricambio con la stessa moneta. lei ed il suo cervello non dialogate affatto. contento lei…….

    • janara69

      Il centrocampo azzurro ha fatto quel che ha potuto ed è da insufficienza perché di fronte aveva “il” centrocampo. Ciò detto Diawara – secondo me – tra un paio di anni sarà la più incredibile delle plusvalenze per la vetrina della bottega ADL. Bei tempi quando Giuntoli per noi tutti non era abbastanza qualificato per il Napoli… recito il mea-culpa

      • drnice

        anche io credo che tra due anni diawara sarà “il” crack di mercato del centrocampo del campionato italiano. appunto, tra due anni.

  • Eduardo

    Be,stamattina ho rivisto il primo tempo; KOULIBALY impresentabile decisamente. Roba da 3 meno meo in pagella. Vediamo se il grande misterrrrrrrrrrr ce lo ripropone per le prossime 100 partite.
    L altra nota veramente negativa e il terzino destro al quale per il,solo primo tempo darei un senza voto.
    Arranca per il campo, sembra che vada a farfalle.
    Il MAGGIO di questi tempi è un fuoriclasse a confronto.
    Vediamo domani chi mette in campo il misterrrrrrrrrrr

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per la pubblicità e alcuni servizi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cliccando su “Accetto”, scollando o cliccando qualunque elemento di questa pagina acconsenti all’uso dei cookie.